Lippi: “L’Inter oggi è consapevole della propria forza, Spalletti ha responsabilizzato tutti. Quando ho visto Joao Mario…”

Lippi: “L’Inter oggi è consapevole della propria forza, Spalletti ha responsabilizzato tutti. Quando ho visto Joao Mario…”

In questa prima parte di campionato il tecnico nerazzurro ha concesso minuti e spazio a quasi tutti i giocatori presenti in rosa

di Raffaele Caruso
intervista lippi

Marcelo Lippi, ex tecnico nerazzurro e ct della Nazionale italiana laureatasi campione del mondo nel 2006, ha rilasciato una lunga intervista al Corriere dello Sport. Tanti i temi affrontati, a partire dall’analisi del momento di forma della squadra nerazzurra: “L’arma vincente è l’autostima. Cinque, sei vittorie di fila possono cambiare la mentalità e gli obiettivi di un gruppo. L’Inter oggi è consapevole della propria forza, sa di poter arrivare al risultato in ogni momento. Spalletti ha responsabilizzato tutti, proprio come Ancelotti. Quando lunedì ho visto che ha messo dentro Joao Mario che non partiva titolare da gennaio ho capito che avrebbe vinto la partita. Ci stanno con la testa”. 

Allegri, Ancelotti e Spalletti. Lippi a chi è più affine? Se rispondo a tutti e tre? Ecco, forse con Max le analogie sono più numerose. Lui come me è arrivato alla Juve a 46 anni e sempre come me ha vinto il campionato al primo tentativo. Abbiamo radici toscane, come con Luciano. Se ci pensi bene, tutti e tre sanno fare squadra, trasmettere positività, leggere la partita e affrontare i vari momenti. Probabilmente Ancelotti ha il vantaggio di essere cresciuto tanto come giocatore quanto come allenatore nelle grandi squadre dove la vittoria è una condanna e la sconfitta una disgrazia. Lui sa bene cosa significa”. 

LEGGI ANCHE – HANDANOVIC MEGLIO DI JULIO CESAR, ICARDI MEGLIO DI MILITO: E’ UN’INTER ALL’ALTEZZA DI MOURINHO

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

SPALLETTI: “NOI NON SIAMO L’ANTI NESSUNO…”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy