Napoli-Inter, Pioli: “Non è l’ultimo treno. Messi? Non abbiamo il tempo di pensarci”

Napoli-Inter, Pioli: “Non è l’ultimo treno. Messi? Non abbiamo il tempo di pensarci”

Alla vigilia del big match del ‘San Paolo’, anticipo della 15a giornata di Serie A, il tecnico nerazzurro incontra la stampa in conferenza

Commenta per primo!

Archiviata la vittoria interna contro la Fiorentina, l’Inter cerca continuità per lanciare la rincorsa alla zona Europa. Di fronte però, al ‘San Paolo’, ci sarà il Napoli di Maurizio Sarri nel big match che fa da antipasto alla 15a giornata di Serie A. Alla vigilia della sfida, il tecnico nerazzurro Stefano Pioli interviene in conferenza stampa. Passioneinter.com riporta per voi, in diretta, le dichiarazioni del mister.

Pioli inizia ai microfoni di Inter Channel: “Ci aspetta un avversario forte, difficile da superare, che in casa gioca bene e saranno motivati perché non vengono da una vittoria, ma altrettanto lo saremo noi perché vogliamo vincere ancora. Le vittorie sicuramente aiutano, ci sono però aspetti positivi da consolidare e negativi da migliorare. Domani sera, chiaramente, vogliamo mettere in campo la prestazione giusta. Il dramma della Chapecoense? Chiaro che queste sono situazioni che non possono lasciare indifferenti nessuno, soprattutto da noi che ci sono tanti ragazzi sudamericani. Ha lasciato il segno questa disgrazia e siamo vicini a tutte le famiglie. Se mi chiederanno prima di Barbosa o Jovetic? Non lo so, le domande ci sono e questo fa parte del nostro lavoro”.

INIZIA LA CONFERENZA

INCONTRO CON LA PROPRIETÀ – “L’incontro è stato molto positivo. Tutta la società sta dando grande supporto, hanno trasmesso grinta. Vogliamo fare bene le cose e riportare l’Inter ai vertici in Europa. Ci sono grandi motivazioni e ambizioni”.

ICARDI – “Credo che stia dimostrando uno dei migliori centravanti al mondo, tra l’altro è molto giovane e quindi credo con ampi margini di miglioramente. È un grande professionista, un lavoratore incredibile ed un esempio per i suoi compagni”.

CONTINUITÀ – “Credo che abbiamo fatto molte cose positive in queste partite. Attraverso il lavoro quotidiano ed i risultati positivi penso che questa squadra possa crescere ulteriormente”.

FUTURO CON PIOLI – “La proprietà ha trasmesso la convinzione di poter costruire qualcosa con l’Inter a medio e lungo termine. Sono qui con l’ambizione di far diventare grande l’Inter”.

COSA POTREBBE SERVIRE A GENNAIO? – “Tre settimane sono abbastanza, ma non posso ancora avere valutazioni definitive. Da qui a gennaio c’è tempo, farò le mie valutazioni con la società e ci faremo trovar pronti in sede di mercato”.

CHIEDERAI MAGGIORE ASSUNZIONE DI RESPONSABILITÀ? – “Non abbiamo paura, in ogni partita ci sono momenti difficili da superare e l’altra sera li abbiamo superati. È anche vero che dovevamo chiudere prima la partita, ma questa squadra ha tanti giocatori di personalità”.

CANDREVA CON EDER? – “Vedo che ognuno di voi ha un po’ i suoi pallini e andate alla ricerca di giocatori singoli, io vado alla ricerca di equilibri. Abbiamo tutti giocatori buoni e tutti possono giocare insieme, basta che siano disponibili a farlo”.

TRONCHETTI PROVERA SU MESSI – “A me viene in mente che sognare è bello, ma che può anche essere pericoloso ed in questo momento non abbiamo né il tempo né il bisogno di pensare a cose che non siano il nostro momento e la nostra situazione che ci vede con una classifica ancora decifitaria. Dobbiamo pensare che alle prossime partite ed a recuperare”.

DIFESA – “Io credo di avere a disposizione grandi potenzialità in tutti i reparti. Sceglierò sempre in base alla condizione dei giocatori ed agli avversari”.

GABIGOL – “E’ un giovane di qualità, sta conoscendo il calcio in Italia, sta lavorando bene, ma come stanno lavorando bene tanti altri. Dovrà farsi trovare pronto quando toccherà a lui”.

GESTIONE DELLA PARTITA – “Dobbiamo imparare ed essere molto più attenti a leggere i momenti delle partite. Andare in vantaggio ed andare sotto può dare o togliere fiducia, ma noi non dobbiamo cambiare l’approccio. Credo che i giocatori, le caratteristiche e le qualità ci siano, quindi passa tutto dal nostro lavoro”.

ULTIMO TRENO PER LA STAGIONE? – “Che sia una sfida importante credo di sì, ma non è assolutamente l’ultimo treno perché mancano tante partite”.

KONDOGBIA O JOAO MARIO? – “Joao Mario è un giocatore importante, sceglierò sempre la formazione migliore per superare l’avversario”.

NAPOLI – “Un avversario forte, che gioca bene ed in un campo difficile. Sappiamo cosa attenderci dall’avversario ma anche dalla nostra prestazione, quindi scenderemo in campo per cercare di vincere”.

TERMINATA LA CONFERENZA

INTER-FIORENTINA, LE IMMAGINI PIÙ BELLE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy