Mancini presenta Inter-Chievo: “Gara pericolosa e decisiva per l’Europa”

Mancini presenta Inter-Chievo: “Gara pericolosa e decisiva per l’Europa”

Commenta per primo!

Alla vigilia di InterChievo Verona, Roberto Mancini ha parlato in conferenza stampa. Ecco le sue parole:

CHIEVO – “La partita è delicata perché i clivensi sono in forma, stanno bene, giocano tranquilli, quindi sarà una partita molto dura. Dovremo fare una grande partita per  vincere, facendo ciò che abbiamo fatto a Udine nei primi sessanta minuti.”

FORMAZIONE – “Domani mattina decidiamo. Ora anche Shaqiri sta molto meglio, come Podolski. Non abbiamo grandi problemi di scelte in questo momento.”

EUROPA LEAGUE – “Credo che domani sia una partita importante proprio peer capire se nelle ultime 4 partite possiamo giocarcela. Dopo la gara col Chievo, abbiamo Lazio, Juventus, Genoa ed Empoli: non sono partite semplici. Tutto, molto, dipenderà da domani.”

MENTALITA’ – “Penso che i ragazzi abbiano sempre lavorato bene. Non so se da dopo Parma in poi ci hanno messo qualcosa in più- Penso che ci siano momento in cui ogni giocatori debba prendersi delle responsabilità. Per quanto riguarda il lavoro, hanno sempre lavorato bene.”

PODOLSKI – “Sono molto felice del suo gol perché se lo meritava, era stato sfortunato in tante occasioni. Si è sempre allenato bene, è un professionista esemplare, è rimasto in panchina senza dire niente. Ha fatto un gol e un assist, ci sono diverse situazioni che dobbiamo valutare bene. Domattina decideremo.”

VIDIC – “E’ migliorato molto fisicamente nell’ultimo mese, è cresciuto e quindi è un giocatore che ha esperienza e qualità, insieme alla condizione fisica ottimale sta facendo bene. Un giocatore, ad una certa età, deve allenarsi di più. Zanetti è l’emblema di qusto. Un giocatore deve sempre allenarsi al massimo e lui nell’ultimo mese e mezzo ha fatto benissimo. Precedentemente non era in grande condizione: per un po’ di tempo la sua condizione fisica non era buona, oggi è totalmente cambiata.”

GARA INSIDIOSA – “Nel calcio può accadere qualsiasi cosa, noi abbiamo le qualità per continuare a giocare bene, poi ogni partita nasconde insidie e difficoltà. Vediamo domani con il Chievo cosa saremo in grado di fare. Poi con Lazio e Juventus può venir fuori qualsiasi risultato.”

DIFFIDATI – Hernanes e Palacio? Le diffide non influiscono sulle mie scelte. Se giocheranno e verranno ammoniti, giocherà qualcun’altro. Un attaccante, comunque, con un po’ di attenzione, può evitare di essere ammonito.”

LOTTA PER L’EUROPA – “Sarà un bel finale di campionato. Credo che tutte le squadre in lotta possono giocarsi i posti validi per l’Europa League. Noi siamo lì e molto dipenderà da domani e dai risultati delle altre squadre perché noi comunque siamo dietro.”

ZUKANOVIC – “Noi stiamo valutando tanti giocatori. Stiamo seguendo anche lui, poi vedremo ciò che succederà. E’ un buon giocatore, ma non so se alla fine verrà all’Inter.”

PUNTO DI RIFERIMENTO – “Penso che non c’è un giocatore solo di riferimento per il gruppo. Credo che comunque sono quelli più esperti, come Palacio, Guarin, Vidic, Medel, forse riescono a mettere a disposizione della squadra le qualità e l’esperienza che hanno. Loro stanno dando ancora di più per la squadra.”

RAMMARICO – “Io posso parlare da quando sono arrivato io. Per me la stagione è negativa perché avevo altre aspettative. E’ chiaro poi che se riuscissimo ad arrivare quinti non è un cattivo risultato, visto come si era messa la stagione. La mia aspettativa era comunque di arrivare terzo o secondo.”

TOURNEE – “Si va in tournée per preparare la squadra per il campionato, non per vincere questi tornei. Poi vedremo se ci arriveremo o no. Non è la cosa più importante del mondo, serve per scopi del marchio Inter nel mondo.”

LEGGI ANCHE – FACCHETTI JR: “GLI SCUDETTI DELLA JUVENTUS…”

LEGGI ANCHE – INTER-CHIEVO, LE PROBABILI FORMAZIONI

Follow @il_lidl

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy