Materazzi: “Inter, devi tornare ad alzare trofei. Punto su Nainggolan, Perisic e Icardi”

Materazzi: “Inter, devi tornare ad alzare trofei. Punto su Nainggolan, Perisic e Icardi”

Matrix prosegue: “Vincere aiuta a vincere, qualsiasi titolo sia”

di Simone Frizza, @simon29_

Marco Materazzi detta la via. Uno dei simboli dell’Interismo più recente, intervistato dai microfoni di Eurosport Svezia, dice la sua su quello che dovrebbe essere il futuro più prossimo dell’Inter. Ecco le sue parole.

INTER COME L’ATLETICO MADRID – “Arrivati a questo punto per la squadra che ha ed il blasone del club è giusto che provi a vincere l’Europa League, che poi ti aprirebbe le porte per la Supercoppa Europa che a sua volta potrebbe poi permetterti di battere la squadra campione d’Europa in carica. ‘L’appetito vien mangiando’ dicono in Italia, no? L’Inter ha bisogno di riabituarsi ad alzare trofei che non alza ormai da 7/8 anni”.

ROSA DI CALCIATORI CHE NON HANNO MAI VINTO – “Io quando sono arrivato all’Inter non avevo vinto nulla, altri miei compagni avevano vinto zero come me. Poi sono arrivati dei campioni che ci hanno aiutato a farlo. E li ringraziamo. Quando meno te lo aspetti e inizi a vincere poi tutto diventa automatico. L’Inter deve ritrovare questa abitudine ad alzare trofei: che sia Coppa Italia, Europa League o altri tornei, l’importate è vincerli. Vincere aiuta a vincere”.

GIOCATORE CHE FA LA DIFFERENZA – “Ce ne sono tanti. Io continuo ad insistere con Nainggolan, Perisic, Icardi per i gol che ha fatto. Ma anche Handanovic, Skriniar e De Vrij. Se li prendi uno ad uno sono tutti bravi. Adesso devono solo riprendere il filo del discorso di prima di Natale: le ultime partite non sono state fortunate e non sono state giocate bene, anche a livello mentale. Bisogna riallacciare quel discorso dei gironi della Champions, dove l’Inter aveva fatto tutto quello che doveva per andare avanti. Se riprende a fare quanto fatto fino a dicembre penso che non ci saranno problemi ad andare avanti in Europa. Di turno in turno poi aumenta la consapevolezza di andare avanti, la voglia e la condizione: basta un pizzico di fortuna, che una le grandi rivali o accreditate a vincerla vada fuori. Come è capitato all’Inter di andare fuori inaspettatamente dal girone di Champions, arrivati a quel punto”.

LEGGI ANCHE – ESCLUSIVA – Mandorlini: “Allenare l’Inter? Verrei anche a piedi”

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy