Mazzola: “Suning gruppo serio e valido. Icardi fondamentale, Berardi è fortissimo”

Mazzola: “Suning gruppo serio e valido. Icardi fondamentale, Berardi è fortissimo”

La leggenda nerazzurra parla a ruota libera della nuova proprietà e di mercato

intervista mazzola

Sandro Mazzola conosce ovviamente molto bene l’ambiente nerazzurro e in una lunga intervista rilasciata a gianlucadimarzio.com dice la sua su svariati argomenti di attualità interista. Si parte con le sue parole sul Suning, nuovo proprietario dell‘Inter: “Sono persone che conosco. Uno del gruppo lo conobbi quando portai l’Inter in Cina, lui era ragazzino. Io all’epoca ero dirigente e giocai anche una partita, anche se ormai mi ero ritirato. Sono persone valide e serie quindi io credo nelle loro promesse e nel loro progetto“.

Mazzola passa poi al mercato: “Per me l’Inter prima di pensare a qualcuno da sacrificare deve capire cosa può comprare. Una volta che si è assicurata gli obiettivi giusti allora si può ragionare sulla possibile cessione illustre, un po’ come hanno fatto l’anno scorso con Mateo Kovacic. Tra i giocatori che terrei assolutamente ci sono Ivan Perisic, Marcelo Brozovic, Mauro Icardi e Joao Miranda. Mi piace molto anche Murillo, se si potesse evitare la cessione sarebbe una grande cosa

Da grande punta del passato gli viene chiesto un parere sulla coppia Icardi-Jovetic: “Icardi è giovane, fa tanti gol, è il punto di riferimento in attacco. Giocatori del genere sono fondamentali in una squadra. Può ancora crescere tanto e sul mercato difficilmente si trova una punta come lui. Se l’Inter vuole raggiungere dei risultati non può prescindere da Icardi. Jovetic chi ce l’ha se lo tiene stretto. Quando giocava nella Fiorentina e poi nel Manchester City mi sarebbe piaciuto vederlo vestito di nerazzurro. Adesso che gioca nell’Inter sono contento e gli darei un’altra possibilità“.

Uno sguardo poi al calcio sempre più globalizzato e con sempre meno italiani in Serie A: “Ormai il calcio va verso la globalizzazione, è difficile invertire la rotta. A me piacerebbe vedere più italiani in rosa e se fossi nell’Inter darei un’occhiata più attenta ai tanti ragazzi italiani che ci sono in giro per lo stivale. Portare campioncini da crescere nel settore giovanile dovrebbe essere uno dei punti fermi della nuova proprietà“.

In chiusura Mazzola rivela chi è il suo preferito tra Berardi e Gabriel Jesus, entrambi nel mirino dei nerazzurri: “Berardi, senza dubbio. Fortissimo. Non so come si stia evolvendo la situazione, ma a me piace tanto. Se ci fosse la possibilità lo prenderei senza pensarci troppo“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy