Milan in clima derby, Gattuso: “Secondo me la situazione Icardi ha rafforzato l’Inter, ma noi dobbiamo pensare a casa nostra”

Milan in clima derby, Gattuso: “Secondo me la situazione Icardi ha rafforzato l’Inter, ma noi dobbiamo pensare a casa nostra”

Prima di proiettarsi alla stracittadina, i rossoneri dovranno vedersela contro il Chievo

di Paolo Messina

Il Milan, a differenza dell’Inter, ha solo una strada da poter percorrere per arrivare alla prossima Champions League: il campionato. Vero è che l’Europa League presenta così tante insidie, che arrivare in fondo è più una scommessa che una solida realtà, ma i nerazzurri non dovranno fare l’exploit della scorsa stagione, bensì confermarsi a certi livelli. Anche se gli ultimi risultati hanno condannato la formazione di Spalletti a perdere il terzo posto, la squadra rimane di un certo spessore e riprendersi ciò che era stato ipotecato nel girone d’andata non è poi così impossibile. Dall’altra parte della barricata, ci sono Milan e Roma su tutte. I rossoneri saranno impegnati domani contro il Chievo. Dopo della partita da disputare al Bentegodi di Verona, Romagnoli e compagni si potranno concentrare sul derby di settimana prossima.

In conferenza stampa, quest’oggi, ha parlato Gennaro Gattuso. L’allenatore calabrese campione del mondo nel 2006 ha, così, affrontato l’inevitabile passaggio sulla stracittadina in programma domenica 17 marzo: “Dobbiamo essere consapevoli che domani giochiamo contro una squadra ultima e abbiamo tutto da perdere. Dovremo stare attenti, ci giochiamo tanto. Lasciamo stare il derby, che si prepara da solo. Faccio fatica a dormire la notte per i pensieri che ho, figuriamoci se vado a guardare in casa degli altri. Poi secondo me la situazione Icardi ha rafforzato l’Inter, ma noi dobbiamo pensare a casa nostra”.

Sky – Perisic non si allena, difficile vedere Icardi in campo con la Spal

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy