Milito: “Triplete Juve? Non auguro il male a nessuno. Un Mondiale senza Italia non è la stessa cosa”

Milito: “Triplete Juve? Non auguro il male a nessuno. Un Mondiale senza Italia non è la stessa cosa”

Seconda parte dell’intervista concessa dal Principe a La Gazzetta dello Sport

di Simone Frizza, @simon29_

Non solo Inter, quindi, nelle parole di Diego Milito: nell’intervista concessa a La Gazzetta dello Sport il Principe ha parlato anche di Juventus e Napoli, di Higuain, e del Mondiale senza l’Italia, concludendo poi con un pensiero anche su Rafinha. Ecco le sue parole nella seconda parte dell’intervista.

Intervista Diego Milito: le sue parole su Juventus e Napoli

Juventus e Napoli sono fuori categoria?
“Sì, lo dicono i numeri e non solo. Due squadre molto diverse tra loro ma entrambe fortissime. Credo che sarà decisivo lo scontro diretto di aprile”.

I bianconeri hanno appena vinto a Londra nel ritorno degli ottavi di Champions. Come voi col Chelsea nel 2010. Da interista si sentirebbe di augurare loro il Triplete?
“Io tifo Inter e Genoa, ma non per questo voglio il male degli altri. E se il problema è perdere l’esclusività del
Triplete, noi saremmo comunque stati i primi”.

Higuain contro il Tottenham ha toccato pochi palloni, ma con un gol e un assist ha deciso la sfida….
“Gonzalo è un top mondiale. Ho giocato con lui in nazionale e so bene che può sempre fare la differenza”.

A Russia 2018 in compenso mancherà l’Italia.
“Da mezzo italiano, ancora fatico a crederci. Il movimento calcio deve farsi delle domande sul momento che sta vivendo, ma la Nazionale aveva comunque tutti i mezzi per qualificarsi. Un Mondiale senza Italia non è la stessa cosa”.

Chi trionferà in Russia?
“Il cuore dice Argentina, ma anche Brasile, Germania, Spagna e Francia sono fortissime”.

Torniamo all’attualità della sua Inter. Quanto potrà servire Rafinha, arrivato a gennaio?
“Serve il contributo di tutti, ma di sicuro lui tecnicamente è fortissimo. Darà una grande mano”.

Il rinvio del derby è stato un bene visto che il Milan era lanciato o poteva essere la partita ideale per svoltare?
“Impossibile saperlo. Di certo il derby è una gara diversa da tutte le altre. E a questo punto verrà giocato in un momento ancora più delicato”.

In compenso non scherza nemmeno il prossimo avversario.
“Il Napoli sarà arrabbiato dopo la sconfitta contro la Roma. Mi aspetto una grandissima partita, aperta a qualsiasi risultato”.

Faccia un pronostico secco.
“Chiaro che tifo Inter, per ripartire alla grande. Anche se un po’ mi dispiacerebbe nella misura in cui allontanerebbe il Napoli dallo scudetto. Per come giocano se lo meriterebbero”.

Lei però in nerazzurro ha segnato soltanto due reti al Napoli, di cui una ovviamente nella stagione di grazia 2009-10.
“Vero, ma credo siano più che altro coincidenze. Anche se è vero che mi andava molto meglio contro il Milan…”.

LEGGI ANCHE – Milito: “Champions? Ho fiducia in Spalletti e nei giocatori”

Tutte le info sull’Inter: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

JUVENTUS CONTRO INTER IN CURVA, LE COREOGRAFIE PIU’ BELLE

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy