Molinari: “Grossi passi avanti con Suning, hanno mentalità seria e professionale. La mia passione per l’Inter? In famiglia sono la pecora nera”

Molinari: “Grossi passi avanti con Suning, hanno mentalità seria e professionale. La mia passione per l’Inter? In famiglia sono la pecora nera”

Il noto giocatore di Golf è stato protagonista del quinto episodio dello serie “Welcome To…” della Inter Media House

di Luca Tagliabue

Quinto appuntamento con “Welcome To…”, serie girata dalla Inter Media House e dedicata a figure di spicco di mondi paralleli e non rispetto a quello del calcio, come cucina, design e arte. Ospite di questo quinto episodio, dedicato allo sport, una grande eccellenza italiana nel golf nonché tifoso nerazzurro d’eccezione: Francesco Molinari.

IL SUO 2018 – “Da interista ovviamente il paragone tra il mio 2018 e il 2010 dell’Inter fa molto piacere, perchè da tifoso ho vissuto il 2010 come una stagione incredibile. Anche in quel caso ci sono stati una serie di successi che nello sport moderno è difficile conseguire, per cui mi fa piacere anche se ovviamente sta agli altri fare questi paragoni, per quanto da interista questo in particolare mi fa molto piacere”.

TRIPLETE“Ci sono tanti tifosi di calcio che in tutta la loro vita non hanno l’occasione di vedere la propria squadra vincere la Champions League, per cui è stato un momento indimenticabile. E’ arrivato al culmine di una stagione fantastica, è un ricordo indelebile”. 

LA PASSIONE PER L’INTER – “La mia passione per l’Inter è nata da quando ero piccolo, nonostante la mia sia una famiglia di juventini e io sia una specie di pecora nera (ride, n.d.r). Probabilmente diventai interista perchè quella stagione vincemmo lo scudetto, probabilmente fui influenzato da quei successi. La passione la porto dietro fin da allora, quando vivevo a Torino e non ero ancora un professionista era più facile seguirla e andare a Milano regolarmente a vedere l’Inter a San Siro, adesso purtroppo è più difficile ma continuo a seguirli online e in tv quando posso. Ovviamente sono molto orgoglioso della mia squadra”.

DERBY IN FAMIGLIA“Il derby con mio fratello non si vive facilmente, lui è un tifoso molto passionale per cui siamo abituati fin da piccoli ad avere tante discussioni calcistiche. Siamo d’accordo su mole cose nella vita, ma direi mai nel calcio”. 

PARAGONE “Paragonare la rovesciata di Djorkaeff ad un colpo da golf? Direi che sarebbe un colpo di recupero, ci vuole una tecnica particolare in quei casi per mandare la palla vicina alla buca”.

UN AUGURIO“L’augurio che faccio all’Inter è quello di proseguire il processo di crescita avviato negli ultimi anni, da quando Suning ha preso la proprietà sono stati fatti grossi passi avanti. C’è una grande mentalità, un approccio serio e professionale alla crescita della squadra per cui gli auguro di proseguire su questa strada e migliorare anno dopo anno come ho fatto io e di essere presto al top tra i club europei”.

I Top&Flop di Inter-Spal: Lautaro già in clima derby, sorprende Cedric. Periodo no per Brozovic

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy