Nazionali, borsino nerazzurro: Flop Gagliardini, i croati non incidono abbastanza, Keita si rende protagonista

Nazionali, borsino nerazzurro: Flop Gagliardini, i croati non incidono abbastanza, Keita si rende protagonista

Undici nazionali interisti impegnati tra amichevoli e partite ufficiali. L’ultimo a rientrare ad Appiano sarà Icardi

di Paolo Messina

Prima pausa per le nazionali archiviata. Undici calciatori avevano salutato Appiano Gentile per rispondere alla chiamata del proprio Paese. Tra Nations League e amichevoli varie, Spalletti ha guardato con attenzione un numero elevato di partite. Tirando le somme, gli interisti in giro per il mondo non hanno ottenuto i risultati sperati e il ritorno alla base non potrà che fare bene.

Il calendario dell’Inter non ammetterà cali fisici. La spia gialla della benzina non dovrà accendersi adesso e i nazionali avranno diversi minuti sulle gambe da smaltire. Rimanendo nei fatti di casa nostra, Gagliardini ha disputato 90 minuti al Dall’Ara nella prima partita di Nations League con la Polonia. Insufficiente, come tutta la nazionale, il bergamasco non ha trovato spazio nella seconda uscita e se non dovesse far bene con l’Inter potrebbe essere tagliato fuori dalle prossime convocazioni.

Il tema Nations League ci porta direttamente ai vice campioni del mondo, che tutto si aspettavano tranne la clamorosa lezione impartitagli dalla Spagna. Il 6-0 dell’ultimo incontro è stato imprevedibile quanto spietato. La beffa per l’Inter coincide con l’infortunio di Vrsaljko, uscito dopo un quarto d’ora nella sfida alle furie rosse. Brozovic è partito da titolare, senza incidere, per poi uscire al 62’. Il centrocampista non ha trovato spazio nella precedente amichevole contro il Portogallo, dove però è andato a segno Perisic, titolare in quel frangente così come contro gli uomini di Luis Enrique. I difensori titolari dell’Inter sono stati convocati con le rispettive nazionali, ma il minutaggio è diverso. De Vriij non è stato mai chiamato in causa con l’Olanda tra Perù e Francia. Skriniar ha, invece, guardato i compagni dalla panchina contro la Danimarca ma ha inciso non poco contro l’Ucraina causando il rigore decisivo per la sconfitta.

Cambiando continente, ci spostiamo in Africa per trovare i punti fermi delle rispettive nazionali: Keita e Asamoah. Il primo, con il Senegal ha pareggiato contro il Madagascar segnando il gol del momentaneo 1-2. Il terzino ex Juve, torna ad Appiano senza sorriso dopo aver subito una sconfitta con il suo Ghana per mano del Kenya.

Volando dall’altra parte del mondo, atterriamo in Argentina. Lautaro Martinez non è stato un fattore per Scaloni, causa infortunio. Icardi, invece, dopo aver saltato la prima amichevole contro il Guatemala, è partito da titolare contro la Colombia. Il capitano dell’Inter, sostituito a 5’ dalla fine, non ha inciso sulla partita confermando il mancato feeling con la nazionale. Uno dei pochi a sorridere è Vecino. Il buon Uruguay ha sconfitto 4-1 il Messico e il centrocampista è stato impiegato per tutti i 90 minuti.

LEGGI ANCHE –> Modric ha un piano per lasciare il Real Madrid

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

MADAGASCAR-SENEGAL, CHE GOL DI KEITA!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy