Niente più blackout: la cura Spalletti per evitare i cali post-nazionali

Niente più blackout: la cura Spalletti per evitare i cali post-nazionali

L’anno scorso, dopo la pausa, i nerazzurri persero molti punti. Anche in questo ora la tendenza è cambiata

Commenta per primo!

La cura Luciano Spalletti, nonostante lui non voglia prendersene i meriti, ha costruito tutta un’altra Inter. Basti pensare che un anno fa, allo stesso punto del campionato, i nerazzurri erano noni e diventarono dodicesimi al tredicesimo turno, mentre ora si ritrovano ad appena due lunghezze di distanza dalla capolista Napoli. Ma c’è un altro dato che evidenzia questo cambio di marcia, come sottolinea La Gazzetta dello Sport: le ripartenze dopo le soste per le nazionali. La scorsa stagione la formazione interista faticò moltissimo dopo le pause: vittoria in extremis a Pescara a settembre, poi il ko interno con il Cagliari in rimonta, il pareggio acciuffato in extremis nel derby ed infine la nuova sconfitta in rimonta contro la Sampdoria.

Quest’anno, invece, il tecnico di Certaldo è riuscito a non far allentare la tensione sapendo sfruttare al meglio anche i sudamericani rientrati all’ultimo da viaggi lunghissimi. Due su due il bilancio interista dopo le soste di questo campionato: battuta la Spal, che aveva appena fermato la Lazio e superato l’Udinese, e vinto il derby col Milan, con un Vecino che pur essendo appena atterrato dall’Uruguay ha piazzato un coast to coast dal quale sono arrivati prima l’occasionissima di Eder e poi il rigore decisivo di Icardi. Ed il merito di questo va anche al martellamento psicologico dell’allenatore, che ora vuole risposte positive anche contro l’Atalanta dopo il pareggio col Torino.

LEGGI ANCHE –> Icardi e l’infortunio: “Ecco quando rientro”
LEGGI ANCHE –> “Sono pentito di essere rimasto al Barcellona”. L’Inter ora ci prova

DE ROSSI IN PANCHINA SI INFURIA CON VENTURA: “METTI LUI!”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy