Premio Scopigno, è Samaden il miglior direttore dei settori giovanili: “E’ una soddisfazione, ma non una sorpresa. Il nostro è un lavoro di squadra”

Premio Scopigno, è Samaden il miglior direttore dei settori giovanili: “E’ una soddisfazione, ma non una sorpresa. Il nostro è un lavoro di squadra”

Dopo aver ottenuto il suddetto riconoscimento, il direttore del settore giovanile nerazzurro Roberto Samaden ha spiegato alcuni dei principi alla base di questo successo

di Luca Tagliabue

Nel corso della cerimonia di premiazione tenuta presso l’Auditorium Varrone di Rieti, Roberto Samaden ha ricevuto il premio “Manlio Scopigno” come miglior direttore di un settore giovanile in Italia. Queste le sue parole in merito: “Fa piacere ricevere questo riconoscimento, ma voglio ringraziare la società che ci dà la possibilità di svolgere bene il nostro compito e ci tengo a precisare che il nostro è un lavoro di squadra. Il premio va condiviso con almeno altre 250 persone, perché non è il singolo a fare la differenza, ma il lavoro quotidiano di gruppo.”

“È una soddisfazione – ha continuato il direttore del settore giovanile dell’Inter, ma non una sorpresa, è bello vedere che nella massima serie stanno trovando spazio tanti ragazzi cresciuti nel nostro vivaio. L’importante è non avere l’aspettativa che i giovani siano subito pronti al salto dalla Primavera alla Serie A, perché il campionato italiano è estremamente difficile e solo con il giusto percorso si può dare continuità alla loro crescita. Tanti hanno già dimostrato dopo qualche anno di poter arrivare ad alti livelli. Il nostro obiettivo è quello di far crescere i ragazzi. La base è sempre più ristretta, ci sono meno giovani e quindi tutto si fa più complicato. Bisognerebbe lavorare sul calcio di base per migliorare anche quello di vertice”.

LEGGI ANCHE – Per Vrsaljko niente Croazia: il terzino rientra ad Appiano Gentile

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

VIDEO EDITORIALE – Spal-Inter in 5 punti: fattore Icardi, le scelte di Spalletti, Miranda e…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy