Regina Baresi: “Sono all’Inter e non me ne andrei per nulla al mondo. Il calcio femminile…”

Regina Baresi: “Sono all’Inter e non me ne andrei per nulla al mondo. Il calcio femminile…”

Il capitano dell’Inter femminile ha parlato ai microfoni di Vanity Fair

di Nunzio Corrasco, @ncorrasco

Regina Baresi è la prima giocatrice scelta come testimonial dell’Adidas. Il capitano dell’Inter femminile ha parlato ai microfoni di Vanity Fair, trattando diversi temi. Ecco le sue parole:

DA BAMBINA –Le mie coetanee passavano il tempo con le bambole. Io, appena tornavo a casa da scuola, tiravo fuori il pallone dall’armadio e andavo a giocare in cortile con gli altri bambini. I due “capitani” chiamavano uno per uno i compagni che volevano in squadra. Il terrore era di essere chiamata per ultima. All’inizio nessuno mi voleva, “è femmina, non è capace”. Dopo un po’, hanno iniziato a scegliermi tra i primi”.

GLI INIZI A 12 anni ho iniziato ad allenarmi. I miei genitori non volevano che giocassi, ma non mi hanno mai ostacolato. Sono cresciuta in una casa piena di palloni. Ho una foto di quando avevo appena 7 anni. Giocavo a calcio in spiaggia, con mio padre”.

L’INTER – “Sono qui da 14 anni. E non me andrei per nulla al mondo. La routine? Tre allenamenti più una partita a settimana. Pubblico? Un centinaio di persone…”.

CAPITOLO INGAGGI – “No. Come le mie compagne ricevo solo un rimborso spese. Ho la possibilità di andare in Tv e così suscitare interesse per uno sport bello anche al femminile”.

COME RENDERE POPOLARE IL CALCIO FEMMINILE “Ha aiutato molto la creazione di squadre femminili da parte di club come Juventus, Fiorentina e Brescia. All’estero quasi tutte le grandi società hanno anche la loro squadra di donne, con a disposizione attrezzatura e staff uguali a quelli degli uomini. Forse le giocatrici sono solo più “difficili” da allenare, ma per un motivo semplice: vogliono sempre capire quello che fanno e il perché. L’uomo fa l’esercizio che gli viene chiesto e basta. Le donne sono più cerebrali, vogliono comprendere il motivo per cui devono farlo. Una volta capito, magari lo fanno anche meglio”.

LEGGI ANCHE – SALVINI ATTACCA BALOTELLI SU TWITTER

Tutte le news sull’Inter: iscriviti al canale Telegram di Passioneinter.com

FIGO CONSIGLIA ICARDI: “RIMANGA, L’INTER E’ UN GRANDE CLUB”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy