Ljajic-Telles ai saluti, resta solo uno tra Melo e Medel, incognita Jovetic

Ljajic-Telles ai saluti, resta solo uno tra Melo e Medel, incognita Jovetic

Mancini ha fatto il punto della situazioni sui riscatti. La richiesta è chiara: vuole un regista

Dalle pagine dell’edizione odierna della Gazzetta dello Sport, emergono delle novità interessanti sul futuro di alcuni giocatori dell’Inter. I nodi più importanti sono legati al futuro di Ljajic, Telles e Jovetic e bisogna inoltre chiarire la situazione dei centrocampisti in quanto il tecnico jesino vuole un regista e a farne le spese sarà uno tra Medel e Melo.

MOTIVAZIONI – “Il sospetto, nella testa di Mancini, è che alcuni giocatori abbiano mollato. Per tre ordini di motivi e… motivazioni. Primo: il terzo posto che ormai era fantasia poter prendere. Secondo: Europeo, Olimpiade e Copa America alle porte. Terzo: la non riconferma per l’anno che verrà. Tutto questo avrebbe portato uno scollamento all’Olimpico“.

BIGLIA – “Mancio ha la sua ossatura-principe fra i big (Handa, Miranda e Murillo, Perisic, Brozovic e Icardi e forse Eder, ultimamente un po’ troppo dimenticato), mentre in mezzo c’è un ballottaggio. A Medel, Roberto Mancini farebbe un monumento ma per lui ci sono richieste da Russia e Argentina. Dipenderà dalla volontà del cileno, anche perché al momento potrebbe essere più Felipe Melo a dover lasciare l’Inter. Lì in mezzo Mancio vuole un uomo d’ordine, Biglia prima di tutti, e Medel può essere un jolly anche di… riserva“.

JOVETIC – “Lui si sente assolutamente dell’Inter, il contratto parla di un obbligo di riscatto fissato a 14,5 milioni alla prima presenza nella stagione 2016-17. Però non ha convinto, essendo Jovetic. L’escamotage, in caso di richiesta, è il precedente legato a Shaqiri: acquistato e ceduto in un pomeriggio. I continui viaggi a Madrid dall’amico Savic (Atletico) sono un indizio?“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy