Ronaldo (Premium): “Il Pallone d’Oro è stato un traguardo di gruppo. Mondiale? Sono ottimista per il Brasile”

Ronaldo (Premium): “Il Pallone d’Oro è stato un traguardo di gruppo. Mondiale? Sono ottimista per il Brasile”

Le parole del Fenomeno su Neymar, Brasile e sul ritorno a Milano

di Antonio Siragusano

Dopo aver già parlato dell’Inter attuale e del suo capitano Mauro Icardi, il Fenomeno Ronaldo si è intrattenuto anche ai microfoni di Premium Sport. Questa volta, però, il brasiliano si è concentrato sui suoi ricordi nerazzurri, sul suo attaccamento alla città di Milano e sulle prospettive mondiali di un Brasile aggrappato a Neymar.

MILANO – “È sempre bello e piacevole tornare nella città dove ho vissuto una fase molto importante della mia vita. Qui sono stato veramente felice e ho incontrato tanti amici. Sono una persona semplice: le prime volte che mi chiamavano Fenomeno era bello, mi sentivo bene, poi ho capito che era una responsabilità in più anche fuori dal campo”.

PASSIONE CALCIO – “Il calcio ha una forza comunicativa mondiale che viene sfruttata poco in questi tempi difficili anche se la gente lo segue ancora con passione. Sono onorato di essere un modello per i giovani e altri grandi calciatori: è successo anche a me, ho avuto tanti idoli che mi hanno influenzato e cercherò sempre di continuare questa tradizione”.

PALLONE D’ORO – “Vincere il Pallone d’Oro è qualcosa di incredibile e unico, un premio per tutti i sacrifici fatti. Il calcio non è uno sport individuale ma collettivo, per fare gol serve l’aiuto dei compagni: è quindi un traguardo di gruppo. Ero contentissimo quando l’ho conquistato ma senza la squadra nessuno può alzarlo al cielo”.  

NEYMAR – “Tanti in Brasile hanno fatto il paragone tra l’infortunio di Neymar e il mio prima dei Mondiali del 2002. Sono problemi completamenti diversi, il suo recupero sarà molto più semplice, però dovrà stare attento, essere concentrato al 100% e guarire bene. Gli consiglio di proteggersi da tutte le pressioni esterne e di lavorare per tornare in campo il più presto possibile rispettando però i tempi. Io non sapevo quando sarei rientrato e per questo penso di aver sofferto molto di più. Neymar ce la farà a essere in Russia in ottime condizioni”. 

BRASILE – “È difficile fare i pronostici per il Mondiale ma sono ottimista per il Brasile. L’ultimo anno è stato incredibile, con Tite ha ripreso fiducia e cominciato di nuovo a giocare bene. Poi ci sono Germania, Francia e Argentina: sarà un torneo complicato per tutti”.

Leggi anche–> Lautaro Martinez-Inter, è fatta! Ecco l’annuncio dell’agente

Tutte le info sull’Inter: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

SVELATE LE MAGLIE DELL’INTER 2018-19? ECCO LE ANTEPRIME

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy