Sartori (KPMG): “I ricavi dell’Inter crescono grazie a Suning. Ora serve la Champions”

Sartori (KPMG): “I ricavi dell’Inter crescono grazie a Suning. Ora serve la Champions”

L’esperto di contabilità analizza i conti dei nerazzurri negli ultimi anni: “I cinesi stanno aiutando l’Inter in molti modi”

di Daniele Najjar, @Daniele_najjar

In tempi di Fair Play Finanziario, è fondamentale per le società avere sotto controllo tutti i vari ambiti del bilancio. Negli studi di SkySport24, si parla di quello nerazzurro con Andrea Sartori, global head of Sports di KPMG, nota società di revisione contabile.

Ecco la sua analisi, partendo dalla situazione dei ricavi, tornati a crescere dopo l’arrivo di Suning: “C’è una relazione fra i ricavi totali ma anche la posizione in classifica. Nel post Triplete il fatturato è diminuito anche per gli scarsi risultati, mentre è subito cresiuto di 80 milioni con l’arrivo di Suning, +44 % rispetto all’anno precedente. Oltre che a livello commerciale, Suning ha contribuito forte aumento di capitali e con un prestito soci che ha aiutato a finanziare l’Inter e soprattutto le campagne acquisti degli ultimi due anni. Per esempio i 35 milioni del primo anno, poi altri contributi a livello di nuovi sponsor, il brand di alcuni prodotti di Suning in Cina. Poi altri accordi commerciali con una società cinese. Tutto questo sta contribuendo in maniera decisiva. In totale 83 milioni di euro in più”.

STIPENDI – “C’è stato comunque un investimento su un parco giocatori di una certa importanza, poi bisogna ricordare i quattro allenatori a libro paga nel 2016-2017. Per quel che riguarda il match day, l’Inter nell’ultima stagione ha avuto il numero assoluto di spettatori medi più alto, anche se il load factor rimane sotto al 60%, per via un po’ delle dimensioni dello stadio un po’ delle performance sportive”.

STADIO: “L’Inter, che è la squadra con più tifosi negli ultimi anni, genera 16 euro di ricavi a seggiolino, che considera la media fra ogni seggiolino della struttura, compresi quelli vuoti. Siamo lontani dagli oltre 50 della Juventus o dai ricavi di quelli inglesi. Nel momento in cui hai uno stadio troppo bene, per riempirlo bisogna anche diminuire i prezzi. La Juve ha uno stadio di poco più di 40mila posti, quindi può tenere i costi dei biglietti e mantenere una elevata percentuale di riempimento”.

SOCIAL MEDIA – “L’Inter ha raggiunto come numero di followes la Roma ma è ancora a 1/3 di utenti rispetto al Milan e a un quarto della Juventus. I nerazzurri hanno fatto però un focus importante negli ultimi mesi, la canzone ‘Inter Bells’ ha avuto un successo strepitoso. Il calciatore più seguito è Mauro Icardi con 4 milioni di followers, ben lontano però da Gigi Buffon e Paulo Dybala”.

FAIR PLAY FINANZIARIO – “Nel 2011-12 aveva una perdita di più di 80 milioni, oggi 17 milioni. A livello di Uefa si considera pareggio di bilancio considerando gli investimenti virtuosi. Pareggio di bilancio deve essere mantenuto anche per il 2017-18, poi si uscirà definitivamente dal Settlement Agremeent”.

FUTURO – “L’Inter è sulla retta via. Però c’è una specie di spada di Damocle: la mancata possibilità di asportare denaro dalla Cina. Certo che se con i risultati sportivi l’Inter diventasse indipendente economicamente, allora la situazione cambierebbe”.

Leggi anche–> Lautaro Martinez-Inter, è fatta! Ecco l’annuncio dell’agente

Tutte le info sull’Inter: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

SVELATE LE MAGLIE DELL’INTER 2018-19? ECCO LE ANTEPRIME

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy