Scaroni (pres. Milan): “Anche io avrei nostalgia di San Siro, ma la ristrutturazione è inaccettabile per diversi motivi”

Scaroni (pres. Milan): “Anche io avrei nostalgia di San Siro, ma la ristrutturazione è inaccettabile per diversi motivi”

Le parole del presidente del Milan sulla questione stadio e le sorti di San Siro

di Martina Napolano, @OnlyLoveINTER

Paolo Scaroni, il presidente del Milan, ha parlato a il Sole 24 Ore della questione stadio e delle sorti di San Siro, per il quale si è parlato di demolizione. Ecco le sue parole: “Anch’io avrei nostalgia di San Siro. Ma ho più nostalgia di un Milan vincente. Se costruiremo lo stadio sul terreno pubblico mi sembra ovvio che resti tale anche la struttura. Non è un problema per noi. A patto che Palazzo Marino ne tenga conto nel decidere durata e condizioni della concessione. Il mio obiettivo è fare a Milano lo stadio più bello del mondo. E c’è una sola strada: edificare un impianto ex novo. La ristrutturazione è impraticabile per ragioni oggettive: non si possono condurre lavori pervasivi giocando ogni tre giorni e trasferirsi per tre anni lontano dalla città mi pare inaccettabile”

 “Per ridurre i costi e perché la tecnologia consente di cambiare il brand e i colori dell’impianto facilmente. Oggi invece per questi interventi spendiamo quattro milioni all’anno. D’altronde Milan e Inter, a differenza di altri team “concittadini”, hanno dimostrato di saper convivere. Non vedo problemi in questo senso“.

 

 

 

Dove vedere Genoa-Inter: diretta TV e streaming del match

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy