Scarpini: “Zaniolo? Nell’affare Milito e Thiago Motta capitò lo stesso con Destro. Nicolò si è trovato nel posto giusto al momento giusto”

Scarpini: “Zaniolo? Nell’affare Milito e Thiago Motta capitò lo stesso con Destro. Nicolò si è trovato nel posto giusto al momento giusto”

Il direttore di Inter Tv ha commentato le prestazioni del centrocampista della Roma e le congiunture che hanno portato al “sacrificio” da parte dell’Inter del ragazzo

di Andrea Ilari

Le due reti messe a segno questa sera in Champions da Nicolò Zaniolo hanno, come prevedibile, riaperto il dibattito su quanto possa essere convenuto all’Inter sacrificare un giovane promettente nell’affare che ha portato a Milano Radja Nainggolan. Sull’argomento è intervenuto a Sportitalia Il direttore di Inter Tv Roberto Scarpini. Queste le sue parole:

Quando abbiamo preso Milito e Thiago Motta, con grande difficoltà interna si dovette rinunciare a Mattia Destro che il Genoa chiese nel pacchetto della contropartita e che all’epoca era già considerato un giocatore di fascia clamorosamente superiore a livello giovanile. Più di quella con la quale era considerato alla fine della passata stagione Zaniolo. A volte capita a tutti di dover fare delle operazioni nelle quali per arrivare ad una certezza si possa rinunciare a qualcosa che potrebbe diventare magari anche più forte ma in prospettiva. Poi il calcio è fatto di circostanze fortunate, che Zaniolo avesse alte qualità come ragazzo del 99, tutti eravamo d’accordo. Non so quanti avrebbero sottoscritto per lui un’opportunità del genere, probabilmente neanche la Roma che lo stava dando in prestito nelle ultime giornate del mercato estivo“.

I ragazzi giovani si trovano in un contesto con i grandi giocatori, con un centrocampo di caratura internazionale e qual è quell’allenatore che rischia il giovane a discapito di un big? però capitano le circostanze che generano lo spazio in quella zona. In un’Inter di tanti anni fa, Giovanni Pasquale o Santon, si trovarono a giocare titolare in prima squadra per n partite, cosa che fece aumentare la loro autostima e fiducia. Posto giusto nel momento giusto. Cosa ne sarebbe stato di Zaniolo se De Rossi, Pellegrini, Pastore avessero avuto buona salute?

Dal Belgio – Spunta un nome nuovo per l’Inter: ecco di chi si tratta

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

VIDEO – Parma-Inter, il ‘fuorionda’ di Spalletti a Sky: “Forza Inter!”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy