Scontri post Atalanta-Inter: chiesti 24 anni di carcere per gli ultrà

Scontri post Atalanta-Inter: chiesti 24 anni di carcere per gli ultrà

Questa la somma delle richieste formulate dal pm Carmen Santoro a seguito degli scontri tra ultrà e Polizia dopo Atalanta-Inter del 16 gennaio scorso.

Arrivano le richieste del pm Carmen Santoro a seguito degli scontri tra tifosi e forze di Polizia avvenuti a Bergamo il 16 gennaio 2016, ai margini dell’incontro di campionato tra Atalanta ed Inter; per i 10 imputati sono stati chiesti complessivamente 24 anni e 6 mesi di carcere. “Gli imputati negano – scrive ilgiorno.it – di aver preso parte agli scontri con la polizia: alcuni sostengono di essere stati alla Fara per guardare da lì la partita, altri di essersi trovati in mezzo alla gente che correva e di essere scapparti a loro volta. Nessuno, dicono, ha tirato sassi e fumogeni. Secondo le contestazioni, un giovane ultrà tedesco e gli ultrà nerazzurri avrebbero invece fatto parte del plotone che ha teso un agguato a un bus di tifosi interisti che stava attraversando il centro di Bergamo per raggiungere l’autostrada. Due bus rimasero danneggiati: erano scortati da polizia e carabinieri, ma erano stati fermati all’altezza di via Angelo Mai, grazie all’utilizzo di fumogeni e di fuochi d’artificio, esplosi per strada. Per proteggere i supporter dell’Inter era intervenuta la polizia e gli ultrà bergamaschi erano fuggiti verso Città Alta. L’inseguimento era proseguito fino a porta Garibaldi, con numerosi cittadini che dalle finestre delle abitazioni avevano indicato agli agenti i fuggiaschi, quasi tutti incappucciati e vestiti di nero”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy