Simoni attacca la Juve: “Deve stare zitta! E’ in ogni ingiustizia e lo scudetto del ’98…”

Simoni attacca la Juve: “Deve stare zitta! E’ in ogni ingiustizia e lo scudetto del ’98…”

Commenta per primo!

Gigi Simoni sta con Zdenek Zeman e Walter Mazzarri. Dopo i botta e risposta molto polemici degli allenatori di Roma e Napoli con i dirigenti della Juventus, anche l’ex tecnico nerazzurro si scaglia contro la società bianconera ed attacca la Vecchia Signora.

“Mazzarri ha pienamente ragione: guarda caso, quando c’è un’ingiustizia, di mezzo c’è sempre la Juve. Quando c’è una squadra favorita da un arbitro, il destino vuole che sia quella bianconera” queste le parole di Simoni rilasciate ai microfoni de Il Mattino. Un duro attacco che riapre vecchie ferite, in realtà mai chiuse, e riporta alla mente il tanto discusso scudetto del ’98 con il celeberrimo episodio della mancata concessione del rigore ai nerazzurri per il fallo su Ronaldo in Juventus-Inter: “Ceccarini lasciò proseguire ed io piombai in campo. Quel rigore non dato e che aveva visto l’Italia intera, arrivò al culmine di una stagione in cui la Juve non ebbe altro che favori arbitrali. Rodomonti non diede un gol all’Empoli clamoroso. Ed il salvataggio di Ciro Ferrara in porta contro l’Udinese? Ha ragione Mazzarri, la Juventus deve stare proprio zitta” dice l’ex allenatore dell’Inter, in carica dal ’97 al ’99.

Un Simoni furibondo e che conclude l’intervista parlando della questione “terza stella”: “Quando parlano di terza stella mi fanno innvervorsire!  Rivogliono lo scudetto del 2006? E allora a me diano lo scudetto del ?98. Lo assegnino all’Inter. L’abbiamo vinto sul campo. Mentre quelli che invocano loro li hanno perduti per delle sentenze della giustizia sportiva“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy