Simoni: “Guarin e Melo, simboli della concretezza”

Simoni: “Guarin e Melo, simboli della concretezza”

Questa Inter come quella del 1998? Gigi Simoni non è d’accordo, ma elogia la praticità della squadra attuale.

In un’intervista a maidirecalcio.com, Gigi Simoni ha rispedito al mittente i paragoni tra quest’Inter e quella allenata da lui nel 1997-98: “Noi avevamo attaccanti come Ronaldo Zamorano che garantivano facilità nel trovare la porta. Ma condivido il pensiero di Mancini in questo momento: è importante giocare bene ma lo è ancor di più vincere, e se vinci non può essere sempre e solo questione di fortuna. L’Inter non ha il gioco spettacolare della Juventus degli ultimi 4 anni, ma spesso è bastato un gol per vincere e questo è un segnale importante. Gente come Guarin Felipe Melo è il simbolo della concretezza e della determinazione, qualità che ho sempre preferito ad altre perchè rappresentano la realtà”. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy