Social – L’innocenza e la spensieratezza dei bambini nel calcio declinata da Spalletti: “Da qui che dobbiamo ripartire”

Social – L’innocenza e la spensieratezza dei bambini nel calcio declinata da Spalletti: “Da qui che dobbiamo ripartire”

A poche ore dalla gara di Coppa Italia con il Benevento il tecnico dell’Inter lancia un messaggio a tutti i tifosi

di Andrea Ilari

Mancano ormai solamente poche ore alla ripartenza della stagione nerazzurra dopo il periodo di pausa successivo alle feste natalizie e di fine d’anno. L’Inter infatti affronterà a S. Siro il Benevento per il match valevole per gli ottavi di finale di Coppa Italia, dando il via ad una seconda parte di stagione densa di impegni. Uno stadio che però, a causa delle decisioni del giudice sportivo legate agli episodi accaduti durante l’ultima gara casalinga con il Napoli, non sarà riempito dai tifosi nerazzurri. Che però, in occasione della prossima gara con il Sassuolo, vedrà la presenza di moltissimi bambini.

Bambini ai quali ha fatto riferimento lo stesso Luciano Spalletti. Propriamente, il tecnico toscano dell’Inter, ha pubblicato sul proprio profilo Instagram un post contenente un video molto significativo. Nel breve filmato infatti è ripreso il momento dell’esultanza, libera, genuina e spensierata, di un bambino che assiste al derby di Glasgow tra Celtic e Rangers. E proprio a questo, sia auspicandosi un calcio che torni alle origini, scevro quindi da interessi e permeato soltanto dalla passione, sia come augurio per la ripartenza della stagione, si è ispirato Spalletti. E la didascalia è eloquente in tal senso: “È da qui che dobbiamo ripartire“, corredata dall’hashtag #senzatregua.

THOHIR-FONDO HONG KONG: ACCORDO TROVATO! ECCO QUANDO SARA’ UFFICIALE

LIVE MERCATO – SEGUI TUTTE LE TRATTATIVE DEI NERAZZURRI IN DIRETTA

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

INTER-ICARDI: ECCO LE REGOLE PER ARRIVARE AL RINNOVO

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy