Stankovic: “Inter, con Spalletti sei nelle mani giuste. Zhang? Guai a fermarsi alle parole. Martedì con il Barcellona…”

Stankovic: “Inter, con Spalletti sei nelle mani giuste. Zhang? Guai a fermarsi alle parole. Martedì con il Barcellona…”

Il centrocampista serbo ha rilasciato una lunga intervista a La Gazzetta dello Sport

di Raffaele Caruso

Nella seconda parte dell’intervista concessa a La Gazzetta dello Sport, Stankovic si è soffermato a commentare l’inizio di stagione della squadra nerazzurra: dopo un avvio deludente, Icardi e compagni hanno centrato sei vittorie consecutive e attualmente occupano la seconda posizione assieme al Napoli.

Nessuna sorpresa – Proprio così: l’Inter è questa, non sta andando oltre. È la squadra che mi aspettavo, le difficoltà iniziali erano dovute solo al post Mondiale. La verità è che è cresciuta del 300% rispetto allo scorso anno”.

L’anti Juve –Racconto una cosa: sono stato ad Appiano il venerdì prima del derby, ho visto come allenatore e giocatori preparavano quella partita, i dettagli che curavano. Poi, cosa dire? Ho giocato 15 anni in Serie A, so quanto è lunga… C’è chi vince il campionato d’estate e poi sparisce. Sono realista: la Juve è una delle favorite per vincere la Champions, naturale lo sia anche in Italia. Però mai dire mai: anche loro avranno momenti di difficoltà. E l’Inter dovrà esserci. Tra l’altro adesso Spalletti ha una panchina lunga, può cambiare 5-­6 uomini senza abbassare il livello”.

Il livello dell’Inter –E’ una squadra vera, che ragiona d’insieme in campo. La mano di Spalletti è evidente, non vedi mai reparti scollegati. E poi quei tre centrali hanno pochi rivali in Europa. Skriniar, De Vrij e Miranda: chi gioca gioca, è sempre ok”.

Merito di Spalletti – “L’Inter è nelle mani giuste. Lo conosco da tempo, è molto amico di Stramaccioni. Una volta, quando era allo Zenit, mi chiamò pure per raggiungerlo…”.

L’ascesa di Stevn Zhang – “Guai a fermarsi alle parole. Si sa qual è la strada per tornare in alto, non si inventa mica niente. Bisogna fare grande calcio contro le grandi squadre”.

La sfida con il Barcellona – “La gara del Camp Nou è stata una scuola. Da lì si può e si deve imparare: l’Inter quella sera non ha fatto bene, ma io credo che non sia così sotto il livello del Barça. Sono sicurissimo: martedì andrà diversamente”.

LEGGI ANCHE –> STANKOVIC: “BROZOVIC HA CAMBIATO MARCIA, ORA HA FIDUCIA. ECCO IN COSA SIAMO SIMILI”

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di Passioneinter.com

SPALLETTI: “CRESCIUTI IN TUTTO, NON SIAMO L’ANTI-NESSUNO”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy