Steven Zhang: “L’Inter ha 110 anni, ma sarà il club più giovane al mondo. Vogliamo dare ai tifosi…”

Steven Zhang: “L’Inter ha 110 anni, ma sarà il club più giovane al mondo. Vogliamo dare ai tifosi…”

Ecco la spiegazione del figlio del patron di Suning riguardo al nuovo progetto “Innovative Passion”

di Daniele Najjar, @Daniele_najjar

All’evento per la presentazione del progetto “Innovative Passion” alla Milano Week 2018 era presente anche Steven Zhang, figlio del patron di Suning, che ha spiegato così l’iniziativa, come riportato dal sito ufficiale nerazzurro: “È la prima volta per l’Inter e per Suning alla Design Week e vi ringrazio tutti per essere qui. Fan e consumatori di oggi vogliono più esperienze e qualità migliore, è importante per noi dargli la migliore esperienza possibile. Vogliono partite interessanti, non solo buoni giocatori, ma anche buon cibo e intrattenimento. Le nuove generazioni sono native sui social media, come facciamo a catturare di nuovo la loro attenzione? È importante per noi identificare chi siamo, cosa vogliamo fare ed essere alla guida dei trend, per fare questo dobbiamo essere utilizzare le nuove tecnologie come riconoscimento facciale e intelligenza artificiale. La competizione è molto forte nel nostro settore e dobbiamo guardare al futuro. Cosa ci differenzia dagli altri? L’Inter ha una lunga tradizione, Suning è giovane, entrambe devono attrezzarsi con le migliori e più innovative tecnologie”.

L’analisi prosegue poi rivolgendosi ai tifosi nerazzurri: “Dobbiamo offrire il servizio migliore possibile e la migliore esperienza per i nostri tifosi e clienti, perché possano godere questa esperienza insieme con noi. Questo è un saggio dell’esperienza che vogliamo offrire nei nostri store e nel nostro stadio. Anche se abbiamo 110 anni noi saremo il club dal feeling più giovane al mondo, la shopping experience di Suning è diversa da ogni altra al mondo innovativa rispetto agli altri. Rappresentiamo il mondo del design, l’innovazione e Milano”.

Ai microfoni di Inter TV poi, ha ribadito alcuni concetti: “Quando un tifoso va allo stadio non vuole mangiare male. Quando si guarda alle nuove generazioni, quante persone fanno lo shopping in maniera tradizionale? Poche. Possiamo far sì che loro acquistino la maglia e perciò abbiamo deciso di presentarci in modo diverso. Abbracciare la tecnologia, usare l’intelligenza artificiale e far sì che l’esperienza sia divertente. Vendiamo i nostri prodotti, delle immagini. Bisogna fare contenti i tifosi, ci sono tante distrazioni nella vita: perché uno dovrebbe decidere di venire a San Siro e di fare questa esperienza con noi?. Non facciamo finta di essere di Milano, siamo di Milano. Non facciamo finta di essere internazionali, siamo internazionali. Spero che veniate allo stadio domani. Speriamo di rendere l’esperienza magica a Milano e in tutto il mondo”. 

LEGGI ANCHE – Spalletti in conferenza: “Roma col calendario più facile. La difesa a 3…”

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di Passioneinter.com

UOVA E FARINA: LA VITTIMA STAVOLTA E’ ANTONIO CANDREVA!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy