Suning, il messaggio è chiaro: adesso chi sbaglia paga

Suning, il messaggio è chiaro: adesso chi sbaglia paga

Inizia a prendere forma la rivoluzione paventata in fase di passaggio di consegne. Il primo a saltare è il CEO Michael Bolingbroke ma non sono da escludere altri allontanamenti

assemblea soci

Lenta ma inesorabile continua l’opera di ristrutturazione da parte di Suning all’interno della società nerazzurra. Dopo aver allontanato Roberto Mancini ad inizio stagione per divergenze di natura tecnica, adesso pare sia arrivato il momento dell’ormai CEO, Michael Bolingroke; reo di aver scelto Frank de Boer, un allenatore che non combaciava coi progetti a breve termine del colosso cinese, ma soprattutto di aver gestito male tutta la situazione che si è venuta a creare attorno alla squadra. Al suo posto dovrebbe arrivare uno tra Yan Yang e Liu Jun, con quest’ultimo in leggero vantaggio. Ma le poltrone a rischio non finiscono qui in quanto, scrive il Corriere della Sera, anche il lavoro di Gardini e Ausilio verrà monitorato con molta attenzione nei mesi successivi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy