Thohir: “Non siamo in vendita! Vogliamo solo un partner commerciale. Ricavi in crescita…”

Thohir: “Non siamo in vendita! Vogliamo solo un partner commerciale. Ricavi in crescita…”

Non solo il comunicato ufficiale dell’Inter, arrivano anche le parole di Erick Thohir a chiude definitivamente il caso sulla possibile cessione della società nerazzurra e il suo relativo fallimento.

Non siamo in vendita – ha esordito il presidente – È stato detto il contrario ma non so perché. Se qualcuno vuole il 5% ok, ma al momento non ho un nome. Se lo avete voi, beh comunicatemelo (scherza, ndr). Moratti dice che non vuole vendere, siamo partner e c’è un’alchimia perfetta! Cedere quote è una possibilità, ma non è quello che stiamo cercando. Vogliamo un partner commerciale in Asia, soprattutto in Cina. Molti club lo fanno, anche in Inghilterra come il Manchester City“.

Come riportato da Inter.it, Thohir ha chiarito la situazione nei minimi dettagli: “È vero, stiamo collaborando con Goldman Sachs ma solo perché dei 264 milioni di fan che abbiamo nel mondo, ben 190 milioni sono nella zona Asia-Pacifico. E noi dobbiamo esserci, quello è il nostro futuro dal punto di vista commerciale. Non a caso abbiamo aperto il nostro primo ufficio in Asia. Lì abbiamo già differenti affari, come le Inter Academy e un accordo con Le Sport, vogliamo fare ancora di più. Poi c’è un altro grande tema, il fair play finanziario: ovviamente da questo punto di vista abbiamo dei parametri da rispettare, ma sotto l’aspetto finanziario in generale abbiamo fatto dei miglioramenti rispetto all’ultimo anno. I nostri ricavi sono cresciuti da 164 a 180 milioni. Abbiamo un progetto quinquennale e, se il club avrà bisogno di soldi, immetteremo dei capitali ma ovviamente dobbiamo essere attenti a questi cambiamenti che si stanno registrando a livello globale. Vogliamo trovare un partner in Asia, per questo ho parlato con Goldman Sachs, ma voglio avere la certezza di trovare un partner affidabile dal punto di vista commerciale in Cina. E questo è il compito di Goldman Sachs. Dobbiamo essere aperti a questo tipo di situazioni, perché il calcio sta diventando globale”.

“In Premier League ci sono diversi proprietari che non sono inglesi. Se poi qualcuno vorrà comprare parte delle quote ne discuteremo, ma al momento nessuno ha fatto dei passi in questa direzione. Diversi club, non solo l’Inter, sono alla ricerca di partner. La Serie A si sta adeguando ai cambiamenti e per far crescere l’Inter anche noi dobbiamo adeguarci. Ripeto, i nostri ricavi stanno crescendo, da 164 milioni con l’entrate dell’Europa League a 180 milioni senza competizioni europee. Una crescita superiore al 10%, è un fatto positivo” ha concluso il numero uno nerazzurro.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy