Il mental coach Tirelli: “Icardi soffre, situazione difficile da gestire. Vi spiego cosa dovrebbe fare Spalletti”

Il mental coach Tirelli: “Icardi soffre, situazione difficile da gestire. Vi spiego cosa dovrebbe fare Spalletti”

Tirelli in passato ha gestito anche le situazioni di giocatori nerazzurri

di Lorenzo Della Savia, @loredstweet

Stefano Tirelli è un mental coach che ha già seguito situazioni delicate anche in casa Inter. Intervenuto oggi ai microfoni di Tutti Convocati, trasmissione in onda su Radio 24, ha fatto la sua analisi sul momento di Mauro Icardi all’interno dello spogliatoio nerazzurro dal punto di vista, appunto, mentale: “Difficile ricucire una situazione di questo tipo, quando il giocatore ha così a cuore l’essere capitano rispetto al gruppo che invece è stato messo in primo piano dalla società”, spiega Tirelli.

Che poi continua: “Osservando anche la faccia di Icardi credo che veramente lui stia soffrendo, penso che abbia un conflitto interno: da un lato il desiderio di esprimersi coi colori nerazzurri, dall’altra condizioni esterne che gli impongono di tenere una certa linea”. Come dovrebbe, dunque, comportarsi Spalletti con l’ormai ex capitano interista? Ecco la soluzione del mental coach: “L’attitudine di un allenatore leader dovrebbe essere incanalare le attitudini del gruppo verso un obiettivo comune. Mourinho per esempio tende a prendersi tutto su di sé nei momenti di crisi”.

Repubblica – Il caso Icardi prosegue: argentino pronto ad una soluzione alternativa per non tornare in campo

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy