Un anno di Inter: dal ritiro di Riscone alla Champions League, passando per il calo invernale

Un anno di Inter: dal ritiro di Riscone alla Champions League, passando per il calo invernale

Tante le differenze tra la stagione passata e quella che invece deve iniziare

di Marco Accarino, @AccarinoMarco

Era il 6 luglio del 2017 quando la primissima Inter di Luciano Spalletti iniziava a prendere forma. Nel ritiro di Riscone di Brunico infatti il tecnico ex Roma cominciò a poggiare le basi per un futuro roseo, presentandosi indicando la Champions League come unico obiettivo e difendendo i propri giocatori dalle polemiche dei tifosi: “Io sono venuto qui abbandonando una Roma da Champions, ora i miei giocatori dovranno restituirmela“.

La partenza sprint portò l’Inter ad affrontare il derby con il Milan del 15 ottobre con grande fiducia: contro i rossoneri in grande difficoltà arrivò una vittoria esaltante con Mauro Icardi autore di una tripletta che permise ai nerazzurri di imporsi per 3-2. Nel post partita il tecnico interista commentò così: “Vincere così ha un sapore bellissimo. C’è entusiasmo ma dobbiamo migliorare“.

Migliorare. E’ questa la parola d’ordine del pensiero spallettiano. Eppure nonostante un girone d’andata da record l’Inter nei mesi invernali frena inaspettatamente: dal 16 dicembre ci sono 8 partite senza vittorie, seppur sulla strada ci siano avversarie abbordabili come SPAL o Crotone. Ed è proprio nel post partita della gara casalinga con i calabresi che suona l’allarme di Spalletti: “Sono preoccupato perché nonostante tutto non vedo una reazione da parte dei miei ragazzi“.

La forza di una grande squadra si vede però nei momenti di difficoltà: l’Inter rialza la testa nei mesi primaverili e si conquista, seppur con qualche preoccupazione di troppo, la possibilità di giocarsi la Champions League all’ultima giornata. Lazio-Inter è molto più che una partita, è una sfida che vale un’intera annata. I nerazzurri vanno sotto due volte, ma riescono poi a ribaltare il risultato vincendo per 3 reti a 2. Spalletti farà festa con la curva e poi, qualche giorno dopo, si libererà con una frase inequivocabile: “Sto toccando il cielo con un dito“.

Il riassunto de La Gazzetta dello Sport sarà di buon auspicio per la prossima stagione?

LEGGI ANCHE – RAFINHA, TORNA IN SCENA L’INTER?

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

SPALLETTI CARICA I TIFOSI: “RIPARTIAMO, CERTI DEL VOSTRO AFFETTO”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy