Versace: “Sono interista per mio padre. Suning? Ben vengano i capitali esteri, ma deve affidarsi ad italiani”

Versace: “Sono interista per mio padre. Suning? Ben vengano i capitali esteri, ma deve affidarsi ad italiani”

Il fratello del noto stilista parla poi di Spalletti: “Mi piace, Mazzarri però non è da meno”

di Daniele Najjar, @Daniele_najjar

L’Inter di Spalletti fa visita al Torino: alle 12:30 i nerazzurri proveranno il colpo esterno per superare la Roma in classifica.

Uno che la sfida la vivrà in modo combattuto è sicuramente Santo Versace, fratello maggiore del noto stilista Gianni nonchè membro nel Partito Socialista Italiano, che ai microfoni di Tuttosport racconta la propria fede per la Beneamata, unita dal rispetto per i granata: “La Reggina è nel mio cuore, è la squadra della nostra città e nella Reggina giocò mio padre Antonino, in C. Ma tifo Inter. Tutta la nostra famiglia è dell’Inter. Sempre per papà. Anni 50: si innamorò di lei. E ci contagiò. E poi c’è il Toro, nel mio cuore. E anche in questo caso è merito di mio padre. Un grande sportivo”. 

Riguardo alla proprietà cinese dell’Inter, Versace afferma: “Gli stranieri che investono da noi sono benedetti. Più arrivano capitali, meglio è. Ma anche noi italiani dobbiamo andare a comprare all’estero. Nessuno possiede le qualità nostre, e non solo nella moda. La guida cinese dell’Inter non mi spaventa. Anzi, mi fa piacere. Purché continuino a investire correttamente. E si affidino a una dirigenza italiana, forte”.

A Versace viene poi chiesto se investirebbe su una società di calcio, con il ricordo della Viola Reggio Calabria, che lui stesso salvò dal fallimento: “Quell’intervento per la Viola era un dovere nei confronti della nostra cit-
tà. Ma non entreremo mai nel calcio. Lascio che abiti il mio cuore. Vorrei vedere un campionato vinto dall’Inter
col Toro secondo. Rappresentano due storie sportive molto più sane e nobili di altre. Un interista guar-
da con naturale simpatia al Toro. E non solo perché di mezzo c’è la Juve. Tanti nerazzurri come me sono af-
fascinati dal Toro: perché è storia, sentimento, cultura e tradizione”.

Una battuta poi su Spalletti: “Mi piace, ma Mazzarri non è inferiore. Mazzarri è da miracoli. Non mi stupirei se riuscisse ancora a portare il Toro in Europa”.

Infine ci si concentra sulla sfida fra i due bomber, IcardiBelotti: “Quello del derby no di sicuro! Di Icardi mi piace l’istinto del killer. Di Belotti l’impegno totale a tutto campo, la grinta e la passione. Uniteli, e verrà fuori il bomber dei bomber. Sono come la medusa del mito e di Versace. Chi li guarda quando segnano, rimane incantato”.

LEGGI ANCHE –> Spalletti: “Questa Inter è quasi perfetta: mi piace al 100%. Icardi…”

Tutte le info sull’Inter: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

CR7 L’HA FATTO ANCORA: CHE GOL IN ALLENAMENTO!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy