Zanetti: “Il record che mi rende più orgoglioso? Le presenze consecutive con l’Inter. Mourinho ha segnato la mia carriera. Cordoba, Zamorano e Milito…”

Zanetti: “Il record che mi rende più orgoglioso? Le presenze consecutive con l’Inter. Mourinho ha segnato la mia carriera. Cordoba, Zamorano e Milito…”

Il vicepresidente dell’Inter ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni di TyCSports.com

di Andrea Ilari

Campione, leggenda: non solo dell’Inter ma ovviamente anche della Nazionale Argentina. Javier Zanetti, che oggi ricopre il ruolo di vicepresidente della società nerazzurra, in vacanza nel proprio paese natale per le feste natalizie, si è concesso per una lunga intervista ai microfoni di TyCSports.com. Molti i temi affrontati dall’ex calciatore interista in quello che è stato un vero e proprio “ping pong”, con domande e risposte piuttosto secche. Di seguito l’intervista completa alla leggenda nerazzurra:

1. Perché il nome Adelmar?

Il motivo per il quale mi hanno messo questo nome? Si tratta del nome del dottore che mi ha salvato la vita.

2. È vero che hai giocato per Disneyland?

Sì, è stato il mio primo club di calcio per mio padre nel Barrio di Dock Sud.

3. Un gol?

Contro l’Inghilterra ai mondiali di Francia nel 1998.

4. Un idolo?

Mio padre.

5. Ti piace battere i calci di rigore?

No. In tutta la mia carriera ne ho tirato uno e grazie a dio è stato il gol che ci ha permesso di vincere la Supercoppa Italiana.

6. Quale è stato l’allenatore che ha segnato la tua carriera?

Sono stati diversi: Bielsa, Mourinho, Lopez e Cavallero.

7. Il momento più felice con l’Argentina?

Il giorno nel quale ho debuttato.

8. Il momento più triste?

Quando siamo stati eliminati dal Mondiale di Korea-Giappone del 2002.

9. Qual è il record che ti rende più orgoglioso?

Il record di partite consecutive disputate con l’Inter.

10. Tre amici che ti ha regalato il calcio?

Ivan Cordoba, Zamorano, anche se comunque ne ho molto e ho sempre avuto buoni rapporti con tutti. Se ne dovessi dire uno: Milito.

11. Messi o Maradona?

Entrambi, perché sono i più forti del calcio argentino.

12. Qual è il terzino con il quale ti identifichi di più?

Mi piace molto Nicolas Tagliafico.

13. Com’è il Zanetti papà?

Lo dovrebbero dire i miei figli, ma sono un papà molto presente.

LEGGI ANCHE – Handanovic guida la classifica dei ‘clean sheet’ della Serie A

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

VIDEO – Toldo ed il gol in Inter-Juve: “È mio, Vieri non l’ha toccata!”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy