Zazzaroni (CdS): “Costretto a mettere lo sport ancora in secondo piano: il senso del Boxing Day è stato stravolto”

Zazzaroni (CdS): “Costretto a mettere lo sport ancora in secondo piano: il senso del Boxing Day è stato stravolto”

Il direttore del Corriere dello Sport esprime tutta la sua delusione per ciò che avvenuto ieri sera a San Siro

di Raffaele Caruso

Anche Ivan Zazzaroni, direttore del Corriere dello Sport, si è espresso sul caso della 18esima giornata di Serie A che ha visto come protagonista Koulibaly: il difensore senegalese è stato per gran parte del match beccato e insultato da una parte del pubblico nerazzurro con buu razzisti che hanno messo a serio rischio anche l’intera partita.

Ecco l’analisi: “Gli ululati razzisti preceduti dai soliti cori e l’espulsione di Koulibaly verosimilmente condizionata dalle offese ricevute da una parte della curva; la sospensione temporanea richiesta tre volte e mai ottenuta; i calci di frustrazione (Insigne a Keita) e la rissa alla fine di una partita caricata a pallettoni: a San Siro, nei minuti conclusivi, il senso del Boxing Day è stato tristemente stravolto, più contatti proibiti che calcio di Santo Stefano. Avrei preferito scrivere del gioco, di un primo tempo governato dall’Inter, di una ripresa a squadre allungate più piacevole per intensità e del gol di Lautaro che spinge il Napoli a -9, e invece sono di nuovo qui, costretto a mettere lo sport in secondo piano”.

LEGGI ANCHE – I TOP&FLOP DI INTER-NAPOLI: ASAMOAH NON SBAGLIA NIENTE, JOAO MARIO E’ INCREDIBILE

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

VIDEO – Inter-Napoli, la faccia esagerata di Lautaro Martinez dopo il gol

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy