È ufficiale: Giuseppe Chiaramonte si laurea!

È ufficiale: Giuseppe Chiaramonte si laurea!

Finalmente laureato il Vate di Termini Imerese, il marmoreo Giuseppe Chiaramonte

Quasi otto lunghi anni di percorso universitario si sono oggi concretizzati in un tripudio generale che ha sconquassato le vie di Termini Imerese, altrimenti tranquilla cittadina dell’hinterland palermitano. È infatti notizia di poco fa che Giuseppe Chiaramonte, celeberrimo Vate di PassioneInter.com nonché stimatissimo opinionista di Spremuta di Enganche nonché pregiatissima autorità morale su tutto ciò che riguarda portieri, estremi difensori e portinai, si laurea oggi in giurisprudenza.

Non sappiamo ancora il voto né quanto ha sofferto il nostro amatissimo laureando ma abbiamo fonti vicine al Chiaramonte che presto ci informeranno di come si siano svolti i fatti presso l’UniPa. Per ora abbiamo solo un’indiscrezione non confermata che narra di un Vate presentatosi alla discussione con la maglietta d’ordinanza di Güiza sotto l’abito buono, in modo da avere il prezioso cimelio a portata di mano per il rituale lancio della corona d’alloro, in questo caso accompagnata dalla camiseta dell’iconico centravanti iberico.

A Giuseppe vanno intanto i nostri auguri più sinceri, accompagnati da una metaforica ma copiosa innaffiata di champagne così come da un centinaio abbondante di pacche sulle spalle virtuali (ma non pacche normali, eh. Parliamo di quelle goliardiche, cioè date alla massima forza possibile). Ci auguriamo che la cittadinanza tutta non solo di Termini ma anche di Palermo abbia il buongusto di scendere nelle strade e festeggiare il lieto evento di casa Chiaramonte, possibilmente inneggiando a La Grotteria, Bafétimbi Gomis e Manucho o dando fuoco a pupazzi fatti di paglia e stracci con le fattezze di un portiere argentino di cui omettiamo pietosamente le generalità per questioni di tutela legale.

Ora si apre un altro capitolo dell’epopea personale del Vate: l’ingresso nel mondo del lavoro, la fine della ricreazione a tempo indeterminato e una crescita obbligata, fatta di pratiche burocratiche, terminologia leguleia e assenza di orari d’ufficio precisi. Fino a che, naturalmente, non verrà il momento dell’esame di stato e allora si ricomincerà con lo studio matto e disperatissimo nei giorni estivi di impietoso sole siciliano che tanto aggrada il nostro eroe.

Auguri Peppe!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy