PREPARATI AL MATCH – Tutto su Bologna-Inter

PREPARATI AL MATCH – Tutto su Bologna-Inter

Alle 20.45 il fischio di inizio di Bologna-Inter, anticipo serale della decima giornata. I rossoblu vengono dalla vittoria ottenuta in extremis a Carpi e sperano in Destro, ancora a secco in questa stagione; i nerazzurri si presentano al ‘Dall’Ara’ con qualche novità in formazione.

Commenta per primo!
intervista biabiany

Bologna-Inter è l’anticipo del decimo turno di Serie A, turno infrasettimanale numero due dall’inizio della stagione. Il match del ‘Dall’Ara’ vedrà opposte due formazioni che non hanno ancora del tutto convinto: l’inizio di stagione del Bologna è stato disastroso, con 7 sconfitte in 9 partite, mentre i nerazzurri, dopo lo sprint iniziale, sono inciampati più volte senza mai cadere del tutto – ad eccezione dello scivolone casalingo contro la Fiorentina. Ecco perché la gara in programma questa sera può essere un crocevia per la stagione di entrambe le compagini, alla ricerca perenne di una costanza nei risultati più che nelle prestazioni, quasi sempre positive.

LA STORIA – A dispetto di quanto si possa pensare, il saldo della Beneamata nei precedenti giocati nel capoluogo emiliano tra Serie A e Coppa Italia è in negativo: 34 vittorie nerazzurre, 16 pareggi e ben 38 affermazioni felsinee. Tuttavia il dato è un chiaro retaggio del passato, poiché il Bologna non batte l’Inter dal Febbraio 2002 (2-1 il risultato finale); da allora solo risultati utili alla causa nerazzurra. Un’indicazione confortante arriva dalla statistica: negli ultimi dieci precedenti il risultato di 1-3 è uscito ben quattro volte. L’ultima gara giocata tra le due squadre risale al 24 novembre di due anni fa, quando Kone e Jonathan fissarono il punteggio sull’1-1.

IL PRESENTE – Guardando i numeri, ci si rende facilmente conto che Bologna-Inter è una gara tra squadre che segnano pochissimo: il dato ha del clamoroso, in quanto i reparti offensivi di Rossi e Mancini sono costituiti da giocatori dal nome altisonante. Icardi e Destro sono due bomber ancora inespressi in questa stagione, mentre è chi gira intorno alle punte che sta provando a trascinare i compagni. Mounier da una parte e Jovetic, coadiuvato da Perisic, dall’altra sono le armi più letali di Bologna e Inter. Da un punto di vista tattico, invece, i due allenatori sono ancora alla ricerca della formula giusta per ottimizzare le risorse. Inizialmente Delio Rossi aveva puntato tutto sul 4-3-2-1, ma le prime prestazioni deludenti in fase di possesso palla e il ritorno in campo di Giaccherini lo hanno convinto a virare su una disposizione più offensiva con il 4-3-3. Il tecnico di Jesi, allo stesso modo, ha iniziato con un 4-3-1-2 equilibrato ma recentemente sta pensando di svoltare verso il 4-2-3-1 che tante soddisfazioni ha dato in terra inglese e turca.

LE ULTIME – Infatti per questa sera Mancini non abbandona l’idea del 4-3-3 che spesso abbiamo visto applicato soprattutto nei secondi tempi dei match finora giocati, ma deve fare i conti con l’insidia del match con la Roma di sabato prossimo: ecco perché potrebbe esserci un leggero turn-over. I diffidati Melo e Guarin potrebbero rimanere inizialmente in panchina proprio in vista dello scontro con la capolista, mentre Santon dovrebbe lasciare spazio ancora una volta a Nagatomo; ballottaggio anche in avanti per una maglia da titolare al centro dell’attacco e in difesa tra Medel e Ranocchia (Murillo è squalificato). La formazione di partenza dovrebbe essere la seguente: Handanovic tra i pali, Nagatomo e Telles terzini, Miranda e Ranocchia centrali difensivi, Kondogbia, Medel e Brozovic a centrocampo, Perisic e Biabiany larghi in avanti e uno tra Icardi e Palacio come punta.
Delio Rossi si affida ad un modulo speculare a quello nerazzurro, ma deve fare i conti con le defezioni di Maietta e la non perfetta forma di Brienza: il tecnico non ha ancora deciso chi giocherà fra i pali (se Mirante o Da Costa); in difesa la linea a quattro sarà composta da Ferrari, Oikonomou, Gastaldello e Masina; a centrocampo il trio che bene ha fatto a Modena, con Rizzo, Diawara e Donsah; in avanti ancora una possibilità per il più che deludente Destro, coadiuvato da Mounier e Giaccherini, con il già citato Brienza pronto a subentrare a gara in corso.
Mancano quattro ore al fischio d’inizio di Bologna-Inter e ci sono tutti gli ingredienti per un match interessante: appuntamento al ‘Dall’Ara’ alle 20.45.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy