Mancini in conferenza: “Mi do un voto basso. 2 anni per rendere l’Inter vincente”

Mancini in conferenza: “Mi do un voto basso. 2 anni per rendere l’Inter vincente”

Il tecnico nerazzurro analizza il match di domani pomeriggio contro il Frosinone

conferenza mancini

Come di consueto, alla vigilia di ogni partita il tecnico Roberto Mancini si presenta in conferenza stampa per analizzare il match e rispondere alle domande dei giornalisti. In vista di Frosinone-Inter, partita che si disputerà domani alle ore 15.00, riportiamo integralmente le risposte del tecnico nerazzurro.

Con il tecnico nerazzurro, prima della conferenza stampa, si presenta, ai microfoni di Roberto Scarpini, Yuto Nagatomo, fresco di rinnovo fino a giugno 2019. Ecco le parole del giapponese: “Non volevo andare via. Ringrazio tutti perchè volevo restare qua. Spero di segnare contro il Napoli“. Mentre Mancini afferma: “Con il Frosinone sarà una partita difficile, se non riusciamo a sbloccare rischiamo anche di perdere o pareggiare. Dobbiamo rifarci subito per continuare a sperare. Arriviamo contati in difesa viste le squalifiche. Complimenti alla primavera per la partita ma la partita è ancora aperta in vista del ritorno”.

Conferenza stampa congiunta con Mancini e Nagatomo.

RINNOVO YUTO – Parla il giapponese: “Mi trovo bene all’Inter, ringrazio tutto lo staff, i compagni, i tifosi. Ringrazio la mia famiglia per avermi sempre sostenuto. Ho sempre sognato di giocare con l’Inter e indossare questa maglia e per me questo è un grande onore. Non ho mai pensato di andare via. Amo l’Inter e voglio dare il massimo per realizzare i nostri obbiettivi. Ho detto “no” all’Inghilterra perchè sto bene qui“.

IN VISTA DEL FROSINONE – “Abbiamo 21 punti e dobbiamo sempre combattere. Abbiamo perso la continuità in trasferta che avevamo all’inizio ma dobbiamo riprenderci subito“.

PUNTI PERSI – “Ci son dei momenti della stagione in cui tutto va male. Abbiamo perso troppi punti in casa e potevamo averne anche 10 in più. Quando c’è da ricostruire ci vuole tempo. 21 punti sono tanti, siamo stati per metà campionato in testa alla classifica perciò dobbiamo solo aver più forza nei momenti difficili ma questo si crea col tempo. La pressione ci ha fatto perdere troppi punti in casa e quindi la squadra ha perso molti punti nel finale di partita. Più si sta bassi più gli altri hanno possibilità di far gol”.

FUTURO – “Ho ancora un anno di contratto e per ora il problema non si pone“.

JOVETIC – “Sta bene ed è tornato a disposizione per domani. Spero che in queste ultime settimane possa rifarsi“.

THOHIR IN INGHILTERRA? –Non so precisamente di cosa parlate“.

TOURE’ – “In questo momento è prematuro parlare di mercato. Per parlare di mercato ci sarà tempo“.

PROSSIMA STAGIONE – “Si possono far le cose bene anche risparmiando sul mercato. Ci vuole tempo per rimettere in piedi una squadra. Nel 2004 ci ho messo 2 anni a rendere l’Inter vincente“.

MEDEL – “In questo mese e mezzo dobbiamo finire bene. Abbiamo due opzioni per la difesa Medel e Jesus, con il primo che è stato male perché ha avuto la febbre“.

INCEDIBILI – “Yuto è l’unico incedibile perché ha firmato il contratto oggi“.

VOTO ALL’INTER – “Oggi il voto è basso. Non per il gruppo, che lavora benissimo, ma per me perché sono l’allenatore. I giocatori hanno fatto tanto“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy