Le PAGELLE di ROMA-INTER 1-3: Icardi funambolico, bene anche gli esterni

Le PAGELLE di ROMA-INTER 1-3: Icardi funambolico, bene anche gli esterni

Le pagelle con voti e giudizi di Roma-Inter

di Gianluigi Valente

LE PAGELLE

Icardi

Ecco i voti e le pagelle di Roma-Inter a cura della redazione di passioneinter.com

.

Voto alla partita 7,5 – La qualità in campo e l’agonismo dei protagonisti hanno reso il match più che godibile. Con i campioni che hanno in rosa, Roma e Inter hanno dato la sensazione di potersi giocare qualcosa di importante in questa stagione, al di là di quello che è stato il risultato finale.

Voto alla squadra 7 – Dopo un’ottima partenza, fatta di fraseggi e pressing alto, gli uomini di Spalletti hanno subito la crescita degli avversari giallorossi. Reazione poco concreta nella prima frazione dopo il vantaggio di Dzeko, così come poco convincente è stato il rientro in campo nella seconda. Il primo gol di Icardi rimette le cose a posto e da quel momento è un crescendo. Ma ci sono ancora diverse cose da registrare.

_________________________________________________________________________________

HANDANOVIĆ s.v. – Quasi mai impegnato, non può nulla sul gran gol di Dzeko. Per il resto non deve compiere grandi interventi.

D’AMBROSIO 5,5 – L’ex Torino va vicino a un’altra sufficienza, ma la prestazione maiuscola di Perotti e una diagonale non proprio ortodossa sul gol di Dzeko (responsabilità maggiore di Skriniar, però, a nostro avviso) non glielo permettono. Si propone spesso in fase offensiva, ma Candreva lo ignora quasi sempre. Ad ogni modo, interessante la tenuta nel duello col suo diretto avversario.

ŠKRINIAR 5,5 – In linea generale il nuovo acquisto nerazzurro non gioca una partita troppo malvagia, ma perde il contatto e la marcatura su Dzeko in occasione del gol. Protagonista anche di un episodio dubbio in area di rigore che avrebbe potuto far calare il sipario sul match con l’Inter in svantaggio già di un gol.

MIRANDA 6 – Buona partita del brasiliano, che non perde mai di vista Dzeko e dà sempre una mano a Nagatomo, alle prese con un brutto cliente come Defrel.

NAGATOMO 6 – Defrel ha forse più gamba e più fisicità in generale, ma il giapponese si districa bene nel suo compito. Quando c’è bisogno di più spinta, però, Spalletti inserisce Dalbert.

DALBERT (dal 56′) 6,5 – La prima azione di cui è protagonista è il salvataggio sulla linea di porta subito dopo il pareggio di Icardi. Dimostra grande voglia e anche la personalità giusta.

VECINO 7 – Tanta sostanza, tanta corsa e tanto cervello. Con l’ex viola il centrocampo è più equilibrato e può contare su un mix di fosforo e ‘garra’: un centrocampista moderno. Il gol è la ciliegina sulla torta.

GAGLIARDINI 5,5 – Un po’ troppo lento nel giro palla e qualche rischio nell’uscita palla al piede. Il giovane ex atalantino non brilla e lascia il posto a inizio ripresa a Joao Mario, che si collocherà sulla trequarti.

JOAO MARIO (dal 46′) 6 – L’impatto con il match è al limite del dramma: troppo molle nei primi due appoggi e una palla persa. Col tempo però è tutta l’Inter a girare meglio e a trovarsi in maniera più precisa e ne beneficia anche il portoghese.

BORJA VALERO 5,5Non benissimo: brilla quando l’Inter gioca bene e mantiene le distanze giuste tra i reparti, va in apnea quando le distanze si allungano e deve correre di più. Anche dopo aver cambiato modulo manifesta qualche difficoltà.

CANDREVA 6,5 – Il trottolino della fascia destra è molto fumoso nella prima parte del match, ma non ne esce mai e rappresenta comunque una grande minaccia per la difesa romanista. Persevera nel trattenere troppo palla sul fondo e nell’ignorare il povero D’Ambrosio, ma oggi la prestazione è positiva (Cancelo dall’87’: .v.).

PERIŠIĆ 7 – Soffre un po’ la buona vena di Juan Jesus, ma i giocatori decisivi sono quelli che nei momenti difficili riescono a cavar fuori qualcosa di buono: e il croato offre due assist per il secondo e il terzo gol.

ICARDI 8 – Tocca pochissimi palloni, ma in questo periodo è il Re Mida dell’attacco nerazzurro e, forse del campionato italiano. La risolve con due gol da ariete e basta questo per fargli meritare un bell’8 in pagella.

SPALLETTI 7 – L’Inter scende in campo benissimo, ma poi soffre la Roma almeno per 50 minuti. I cambi rimettono le cose a posto, ma non più della doppietta di Icardi. Quando una squadra, però, non perde la bussola dopo essere stata nell’angolo per tanto tempo è anche merito del mister. Bravo.

ROMA (4-3-3): Alisson 6,5; Juan Jesus 6, Manolas 5,5, Fazio 6, Kolarov 6; Strootman 6, De Rossi 6 (83′ Under s.v.), Nainggolan 6,5; Perotti 7 (91′ Tumminello s.v.), Dzeko 7, Defrel 6 (63′ El Shaarawy 5,5). All.: Di Francesco: 6.

SCORRI LA SCHEDA E VOTA IL SONDAGGIO —>

#PERISICTOICARDI: ICARDI RIBALTA LA ROMA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy