Pagelle, Torino-Inter 0-1: dal Muro al Murillo. Handanovic supereroe

Pagelle, Torino-Inter 0-1: dal Muro al Murillo. Handanovic supereroe

squadra settimana

HANDANOVIC: 8 – Ma che parata ha fatto? Sfida le leggi della fisica diventando Superman, sempre decisivo. La vera arma in più di questa Inter. SUPEREROE.

JUAN JESUS: 6,5 – Sta crescendo a vista d’occhio, anche in maturità. Buona partita in fase difensiva. ATTENTO.

MIRANDA: 7 – Di qui non si passa, in un modo o nell’altro riesce sempre a venirne fuori a testa alta. Che giocatore! CERTEZZA.

MURILLO: 7,5 – Straordinaria prestazione, di testa, di piedi, d’anticipo o di rincorsa, comanda lui. Dal muro Samuel al Murillo il passo sembrava lunghissimo e invece…MA CHE PARTITA HA FATTO?

D’AMBROSIO: 6,5 – Seconda partita di fila, ancora ottima prestazione, non soffre i fischi del suo ex pubblico. CONCENTRATO.

FELIPE MELO: 6 – Gioca in posizione non sua e si vede: impreciso per certi versi quando si tratta di offendere, solito grande apporto alla fase difensiva. LAVORO SPORCO.

MEDEL: 6,5 – Non si discute, corre, morde e spende tutto quello che ha. IMPERIOSO.

KONDOGBIA: 7 – Primo gol in campionato, decisivo, primo tempo da grande giocatare con numeri e grande sostanza. Unico appunto? Deve essere continuo nei 90 minuti, perchè nel secondo tempo cala terribilmente. BENTROVATO.

NAGATOMO: 6,5 – Il duello con Bruno Peres non è roba facile, sfrecciano come macchine da corsa ma alla lunga vince il piccolo giapponese. Sta scalando le gerarchie. INDEMONIATO.

PALACIO: 6,5 – Ottimo lavoro per la squadra, generosità a tutto campo e buoni movimenti. Suo l’assist per il gol. ABNEGAZIONE.

LJAJIC (dal 31′ st): 5 – Non riesce a tenere un pallone. DISTRATTO.

ICARDI: 6 – Più partecipe al gioco di squadra, l’impegno non manca, a mancare è la cattiveria sotto porta. RIMANDATO.

PERISIC (dal 22′ st): 5 – Pessimo impatto sulla partita, non ne azzecca una. SVAGATO.

MANCINI: 7 – Ancora una volta stupisce, ancora una volta ha ragione. Difesa a tre dopo l’incubo Fiorentina ma stavolta è tutta un’altra storia. Primo tempo ottimo, nel secondo avrà molto da dire ai suoi giocatori, tutti partecipi e coinvolti nel suo progetto, questa è la sua più grande vittoria. DIRETTORE D’ORCHESTRA.

LEGGI QUI LE PAGELLE DEL TORINO

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy