L’Inter “da battaglia” di Strama. Contro la Lazio in campo meno qualità ma tanti guerrieri

L’Inter “da battaglia” di Strama. Contro la Lazio in campo meno qualità ma tanti guerrieri

Commenta per primo!

E’ l’ultima di campionato, ma per l’Inter non è ancora tempo di vacanze, anzi questa sera contro la Lazio i nerazzurri sono chiamati a dare fondo alle loro ultime energie per centrare una vittoria che risulterebbe fondamentale per raggiungere il traguardo Europa. E allora Stramaccioni ha deciso di schierare quella che lui stesso definisce una squadra “da battaglia”, una formazione cioè riempita soprattutto a centrocampo di gente tosta. Se il tecnico romano decidesse di non rinunciare in ogni caso al convincente 4-3-2-1, viste le assenze di gente come Sneider, Obi (entrambi out per infortunio) e Zarate (non convocato per scelta tecnica), potrebbe allora schierare un centrocampo tutto sostanza formato da Zanetti, Cambiasso e Poli, affidando invece la fase offensiva oltre che al solito Milito come punta centrale, all’inedita coppia Alvarez-Guarin. Il colombiano non è esattamente una seconda punta o un trequartista, per cui con ogni probabilità il modulo dovrebbe somigliare più a un 4-4-1-1, ma la scelta di Strama di schierare Guarin in posizione così avanzata potrebbe risultare una mossa a sorpresa in grado di creare scompiglio nei piani tattici di Reja.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy