San Siro: il Milan resta, l’Inter va via? Thohir pensa di…

San Siro: il Milan resta, l’Inter va via? Thohir pensa di…

assessore bisconti

Silvio Berlusconi fa retromarcia, le sue dichiarazioni di ieri erano chiare: il Milan resta a San Siro, addio al progetto dello stadio di proprietà. I motivi? Tanti, compresi quelli affettivi.

A questo punto anche l’Inter sarà costretta a cambiare le carte in tavola e ad adattarsi alle decisioni dei ‘coinquilini’. Una casa, due società ma un unico progetto.

Ora entrambe le parti sono impegnate col Comune e la Uefa per i lavori di rifacimento dello stadio in vista della finale di Champions del 2016; c’è una convenzione che prevede per i due club un canone di circa 8,2 milioni annui (4,1 a testa) fino al 2030 per la gestione congiunta del Meazza (si può uscire con una penale). Tanti gli argomenti su cui discutere, tante le idee…

Entrambe le società potrebbero essere d’accordo sulla necessità di sviluppare l’area trotto e sulla possibilità di ridurre la capienza con conseguente trasformazione del terzo anello in una sorta di spazio accessibile sempre con magari il museo, con negozi e ristoranti, ma le linee comuni potrebbero essere comunque poche e i tempi decisionali saranno decisamente più lunghi.

Thohir affronterà l’argomento al suo rientro. Secondo quanto riportato da Tuttosport già oggi, però, sarebbe in programma una riunione in Comune con esponenti dei due club. Di sicuro nella stessa Inter qualcuno vorrà restare, qualcun’altro vorrà cambiare ‘casa’. Thohir potrebbe decidere (perché no?) di lasciare San Siro e tornare a pensare ad uno stadio di proprietà nella zona di San Donato o nell’area Expo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy