Curiosità – Inter sempre Internazionale, ma Napoli, Juve e Udinese utilizzano più stranieri

Curiosità – Inter sempre Internazionale, ma Napoli, Juve e Udinese utilizzano più stranieri

La società nerazzurra è sempre stata internazionale di nome e di fatto, ma in questo inizio di stagione è dietro a ben sei società per il numero di stranieri utilizzati

Commenta per primo!

“Ci chiameremo Internazionale, perché noi siamo fratelli del mondo”. Nella frase del manifesto di fondazione dell’Inter c’è impresso il marchio di fabbrica di una società che, per sempre nella sua storia, ha provato a onorare i motivi della sua fondazione: non una mera ricerca di calciatori delimitato nei confini nazionali, bensì un connubio di varie nazionalità. Per anni, dunque, la squadra è stata zeppa di stranieri, schierandosi talvolta con un undici titolare in cui non vi era nessun calciatore italiano, ricevendo spesso le critiche da parte dei vari organi di stampa.

Nella stagione 2016/17 invece, almeno in base a quanto visto in queste prime quattro giornate, il trend sembra essersi invertito: ben tre società, infatti, hanno una media stranieri utilizzati superiore a quella dell’Inter, quarta in questa particolare graduatoria con 9,75, a fronte di 4 italiani (ovviamente considerando tutti i calciatori entrati in campo, anche i cambi in corso).

Guida questa classifica l’Udinese, con una media di 13 stranieri a partita a fronte di 0,75 italiani. Al secondo posto il Napoli di Sarri con 11,25 stranieri e 2,75 italiani, mentre la Juventus di Allegri, erroneamente definita squadra italiana, completa il podio con una media di 10,5 stranieri e solo 3,5 italiani.

Soltanto fuori dal podio arriva la squadra nerazzurra allenata da Frank De Boer che, con un coefficiente di 9,75 stranieri, al fronte di 4 italiani, si divide la quarta piazza con Palermo e Sampdoria.

La squadra più italiana di tutte, invece, risulta essere il Sassuolo, con 12,25 italiani e soltanto 1,75 stranieri.

Dal punto di vista globale il trend è su per giù in equilibrio ma con un piccolo vantaggio in favore dei calciatori provenienti dall’estero, con la media degli italiani a quota 6 e quella degli stranieri a 7.97.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy