PRIMAVERA – Final Eight: quarti contro il Palermo seguendo l’esempio della Berretti

PRIMAVERA – Final Eight: quarti contro il Palermo seguendo l’esempio della Berretti

Commenta per primo!

 

Domenica 20 maggio la Berretti dell’ Inter si è laureata campione d? Italia. Dopo aver battuto l’ Atalanta con uno schiacciante 3 a 0 nella gara d? andata della finale di categoria al centro sportivo ?Giacinto Facchetti?, i ragazzi di Sergio Zanetti hanno vinto 4 a 3 anche nella gara di ritorno. E? stata una partita spettacolare e assurda, specie nella ripresa, in cui sono state segnate ben 6 reti. L’ Inter Berretti conclude così con una emozionante vittoria questa stagione fantastica, in cui si è aggiudicata il primato nel proprio girone con 57 punti, ben 12 in più della seconda classificata Pavia ed ha conquistato infine il 4^ titolo della categoria per la Beneamata. Ovviamente un? immensa soddisfazione per tutti i giovani nerazzurri, ma soprattutto per il mister Sergio Zanetti, che intervistato ai microfoni di Inter Channel, ha espresso così la sua gioia: ?Sono contento, anzi contentissimo; abbiamo ‘trovato’ ragazzi che amano l’Inter e onorano questa maglia per la quale darebbero tutto. Siamo un grande gruppo, compatto, una bella famiglia. Hanno regalato una vittoria che all’Inter manca da 21 anni e quando si parla di Inter, di maglia, di orgoglio questi ragazzi non hanno rivali. La cosa che più mi fa piacere? continua il tecnico interista, ?è il livello di coinvolgimento che questa finale ha suscitato anche in prima squadra, da mio fratello Javier ad Andrea Stramaccioni, una vittoria nostra, una vittoria dell’Inter, che regaliamo al popolo interista che non ci ha mai fatto mancare il sostegno.?

Complimenti dunque a tutti i ragazzi della Berretti interista, che in effetti hanno regalato alla società nerazzurra la seconda più grande soddisfazione in questa stagione, dopo la vittoria della Primavera nella Next Generation Series. E tra qualche giorno proprio la Primavera di Bernazzani, potrà, e speriamo riuscirà, prendere ad esempio la vittoria dei propri colleghi e compagni più giovani. L’ obiettivo è lo stesso, lo scudetto, e mancano solo tre partite: quarti, semifinali e finali della Fase Finale. Ieri pomeriggio è stato sorteggiato quello che sarà il primo ostacolo dei nerazzurri, domenica 3 giugno a Foligno alle ore 16, ossia il Palermo di mister Capodicasa. In caso di vittoria, l’ Inter affronterebbe poi nell’ eventuale semifinale la vincente del quarto tra Milan e Juventus, il 6 giugno. La finale si disputerà invece sabato 9 giugno a Gubbio. Le atre due sfide sono Roma-Varese e Lazio-Torino. Questo il commento del responsabile del settore giovanile Samaden, dopo il sorteggio: ?Alle Final Eight tutte le formazioni sono molto forti. Il Palermo ha fatto molto bene durante la stagione e da loro sono rimasto impressionato nelle gare di playoff contro Napoli e Chievo.? Suonano chiaramente come di circostanza le parole di Samaden, anche se  la sua risulta essere in realtà una descrizione lucida e pertinente. I ragazzi siciliani infatti vengono da un mese entusiasmante, in cui sono riusciti a battere sia il Napoli, per 4 a 1, sia il Chievo Verona, per 2 a 0, andando in entrambe le occasioni ai tempi supplementari. Con queste due vittorie hanno conquistato un posto nella Fase Finale ed ora hanno una forma strepitosa e nulla da perdere. Il momento magico dei rosanero dura in realtà da un po’. Il Palermo è infatti giunto terzo nel proprio girone, dietro alle due squadre della capitale, ma nelle ultime 8 giornate di campionato ha realizzato ben 22 punti, senza mai perdere. Attenzione dunque ai ragazzi di Antonello Capodicasa, perché in una Final-eight non conta tutto ciò che hai fatto durante la stagione, ma solo gli stati d’ animo del momento. Un vantaggio? Se la Primavera cerca consigli, basta chiedere in casa!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy