Primavera Torino-Inter, Vecchi bacchetta Zaniolo: “Giochi per la squadra o resta fuori”

Primavera Torino-Inter, Vecchi bacchetta Zaniolo: “Giochi per la squadra o resta fuori”

Il tecnico nerazzurro ha analizzato la sconfitta maturata al Filadelfia contro il Torino

di Rinaldo Chiappini

L’Inter Primavera esce sconfitta per 2-1 dal Filadelfia di Torino e fallisce l’aggancio in classifica all’Atalanta. Al termine della partita Stefano Vecchi ha così analizzato la sconfitta ai microfoni di Sportitalia: “E’ stata tutto sommato una gara equilibrata, loro hanno avuto qualche situazione più pericolosa di noi ma tutto sommato si giocava alla pari. Ci siamo fatti sorprendere su questo calcio d’angolo, Celeghin è stato bravo a colpire e noi abbiamo pagato il nostro errore”.

ZANIOLO – “Era scontento quando è uscito? Siamo più scontenti noi di lui perché da lui ci aspettiamo una prestazione diversa, che giochi per la squadra e non da solo. Se pensa di poter vincere le partite da solo noi non vinciamo, quindi preferisco che giochi gente che si metta al servizio della squadra. Sappiamo cosa ci può dare, ma non deve intestardirsi palla al piede e rallentare il gioco; se invece torna ad essere il giocatore che ha dimostrato per gran parte del campionato può esserci molto utile. Lasciamo spesso fuori dei buonissimi giocatori e credo che possa starci anche lui”.

COLIDIO – “La prestazione di Colidio è stata sicuramente generosa e ha fatto anche un bellissimo gol in cui ha mostrato tutta la sua qualità. Ha corso, lottato e si è proposto: la sua è stata una partita molto positiva”.

DIFESA MENO SOLIDA – “Venivamo da alcune gare senza aver subito gol ed oggi non è stato così: è ovvio che abbiamo assenza importanti come quelle di Lombardoni e Sala, poi c’è Vanheusden che gioca titolare nella Serie A belga ed è la dimostrazione che produciamo giocatori forti e li lasciamo andar via giustamente per farli crescere. Ci fidiamo comunque di coloro che abbiamo a disposizione e siamo contenti, anche se oggi non siamo stati perfetti dietro”.

INTERJUVENTUS – “Sarà una sfida combattuta come tutte le nostre sfide. All’andata fu una gara molto aperta e lo sarà anche sabato: dovremo dare qualcosa in più rispetto ad oggi. Vediamo come torneranno i nostri dalle Nazionali e valuteremo le condizioni di Sala, Lombardoni e Emmers in vista della Juventus. Abbiamo comunque vinto il Torneo di Viareggio anche con diverse assenze e non useremo di certo questo alibi. Oggi abbiamo visto che diversi giocatori che dovrebbero fare la differenza non la fanno e tanti altri meno pubblicizzati ci danno una grossa mano. Toccherà a me decidere chi potrà essere più utile alla nostra causa”.

Leggi anche: Le due idee nerazzurre per il centrocampo della prossima stagione

Tutte le info sull’Inter: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

MAURO ICARDI, 100 GOL IN SERIE A E PER L’INTER E’ SOLO L’INIZIO

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy