Tirelli: “L’Inter così efficiente nell’ultimo quarto d’ora è frutto di grande forza fisica e mentale”

Tirelli: “L’Inter così efficiente nell’ultimo quarto d’ora è frutto di grande forza fisica e mentale”

Il mental coach ha spiegato questa particolarità dei nerazzurri

Stefano Tirelli, mental coach e docente all’università Cattolica, in un’intervista al Corriere dello Sport, ha spiegato la capacità dell’Inter di essere così efficiente nell’ultimo quarto d’ora di gara: “Questa abilità è frutto di due condizioni tra di loro complementari: quella fisica e quella mentale. L’efficienza muscolare che ti permette fino alla fine di prendere le decisioni giuste è importante, ma anche quella mentale, che è allenabile, lo è altrettanto. Quest’ultima è uno dei principali aspetti sui quali lavoro con i miei atleti: chiedo loro di fornire sempre una prestazione efficace, sia sul 3-0 sia sullo 0-3 al 43′ della ripresa. L’atteggiamento mentale deve essere quello giusto,
indipendentemente dal risultato, dal comportamento dei compagni, dall’ambiente esterno e dalle decisioni dell’arbitro. Spalletti ha una grande importanza perché i giocatori vedono i suoi comportamenti, sentono il suo fiato sul collo e rispondono di conseguenza. Lo scorso anno andavano in campo 11 individui”.
Il preparatore ha lavorato con Essien, Terry, Del Piero, Beckham, De Sciglio e con l’interista Ranocchia.
INTER, SPALLETTI: “MERCATO? ACQUISTI GIUSTI”
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy