CHE FINE HA FATTO – Osvaldo, il vulcanico attaccante che si è dato al rock

CHE FINE HA FATTO – Osvaldo, il vulcanico attaccante che si è dato al rock

43° appuntamento con la rubrica settimanale di Passioneinter.com

di Simone Tortoriello, @simonzibon

“Che fine ha fatto” è la rubrica settimanale di Passioneinter.com che tratterà i vari giocatori transitati in nerazzurro che sono poi finiti nel dimenticatoio, raccontando come è proseguita la loro carriera una volta andati via dall’Inter.

Oggi è il turno di Pablo Daniel Osvaldo, l’attaccante italo-brasiliano arrivato all’Inter nell’estate del 2014 e andato via dopo aver litigato con Mancini dopo soli 6 mesi.

Dopo una breve parentesi di 6 mesi in prestito nella Juventus di Conte, dove Osvaldo gioca solo 11 partite, riuscendo comunque ad aggiungere con la vittoria dello scudetto il suo primo trofeo in bacheca, passa all’Inter di Mazzarri, che lo acquista dal Southampton in prestito con diritto di riscatto.

La stagione nerazzurra inizia prestissimo per i play-off di Europa League, ed Osvaldo il 6 agosto 2014 è già in campo per la sua prima partita ufficiale contro lo Stjarnan, vinta 3-0 dai nerazzurri. Nella gara di ritorno, vinta 6-0, sigla anche la sua prima rete con la maglia dell’Inter. L’inizio della nuova avventura dell’italo-brasiliano è molto promettente, e nella seconda gara di campionato vinta 7-0 contro il Sassuolo sigla la sua prima doppietta a San Siro. I primi 6 mesi sono molto positivi, ma tutto si rompe l’8 gennaio 2015, quando nel derby d’Italia contro la Juventus tenta di aggredire in campo il suo compagno Mauro Icardi, reo di non avergli passato la palla in una chiara occasione da rete. Solo l’intervento di Guarin in quell’occasione riesce ad evitare il peggio, come dichiarato dallo stesso Osvaldo anni dopo durante un’intervista. In seguito ad un altro diverbio avuto con il tecnico nerazzurro Roberto Mancini, viene messo fuori rosa, e l’Inter riesce ad ottenere la rescissione del contratto dopo il disertamento dagli allenamenti dell’attaccante.

Dopo la fine della breve esperienza milanese, Osvaldo fa ritorno nella sua Argentina, andando in prestito al Boca Juniors. Debutta il 26 febbraio segnando la rete decisiva del 2-1 nella gara di Coppa Libertadores contro il Wanderers. Disputa una buona seconda parte di stagione con i gialloblu, segnando 7 reti in 15 presenze. A fine stagione rescinde il suo contratto con il Southampton, e accetta la corte del Porto, facendo così ritorno in Europa.

L’esperienza portoghese sarà tutt’altro che esaltante per Osvaldo, che durante la prima parte di stagione colleziona solo 7 presenze e un gol. A gennaio rescinde anticipatamente il contratto con il Porto, e fa ritorno al Boca Juniors, questa volta a titolo definitivo. Ma Osvaldo inizia a capire che il calcio non lo stimola più come una volta, e a fine stagione, all’età di soli 30 anni, ufficializza il suo ritiro dal calcio giocato.

Nel 2016 inizia la sua avventura da cantante rock, fondando il gruppo Barrio Viejo, con cui suona adesso sotto l’etichetta della Sony Music.

Nel 2019 partecipa come concorrente a Ballando con le stelle in coppia con Veera Kinnunen, ballerina finlandese.

LEGGI ANCHE 

CHE FINE HA FATTO – Rolando, lo scudiero di Mazzarri portato da Napoli

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy