Inter-Empoli, all-in da dentro-fuori. Focus sull’avversario dei nerazzurri

Inter-Empoli, all-in da dentro-fuori. Focus sull’avversario dei nerazzurri

Il punto sugli infortunati, la formazione, il rendimento stagionale, l’uomo più pericoloso ed i precedenti tra le due squadre: tutto quello che c’è da sapere sui prossimi avversari dei nerazzurri in campionato

di Andrea Dattrino

Da una parte il desiderio di strappare il pass per la prossima Champions League, dall’altra la speranza di poter rimanere nella massima serie. Una partita da dentro-fuori quella di domenica sera in cui, nell’ultima di campionato, c’è ancora tutto da giocarsi. InterEmpoli promette spettacolo in quello che sarà il match più delicato del week end.

STATO DI FORMA: Al pari di Napoli e Milan, l’Empoli, è la squadra che arriva da ben tre vittorie consecutive. Un andamento sorprendente per chi, soltanto quattro giornate fa, aveva un piede e mezzo in Serie B. Era il 24 aprile ed il Bologna vinceva uno dei tanti scontri diretti della zona bassa. L’Empoli si stazionava così al terz’ultimo posto del campionato a -4 dall’Udinese e addirittura a -6 dal Genoa. Ora con i Grifoni si gioca il tutto per tutto in una domenica che oltre ad essere decisiva per la qualificazione alla prossima Champions League sarà fondamentale anche in chiave salvezza. Fiorentina, Sampdoria e Torino le ultime vittime degli azzurri che proveranno l’impresa domenica sera senza gli infortunati Diks, Antonelli, l’attaccante La Gumina e Krunic. Fra i numeri della squadra ospite dei nerazzurri è interessante anche notare il rendimento in trasferta: i toscani hanno vinto soltanto un match, pareggiandone 6 e perdendo i restanti. Soltanto il Chievo ha avuto un rendimento peggiore fuori dalle mura amiche.

Empoli

UOMO CHIAVE: Al suo secondo anno in maglia Empoli, Francesco “Ciccio” Caputo, sta provando nell’impresa di salvare la sua squadra della quale ne è diventato capitano. Per farlo servono gol e per adesso lo score segna 16, record personale per chi l’anno scorso giocava in Serie B sempre con la maglia dell’Empoli riuscendo per altro a vincere la classifica marcatori. Un goleador di categoria che, dopo le gratificanti e proficue esperienze in maglia Bari e Virtus Entella, ha fatto il definitivo salto nella massima serie.

Lautaro Martinez Empoli Inter

LA SORPRESA: Giovanni Di Lorenzo, al suo primo anno in assoluto in Serie A, è la sorpresa non solo dell’Empoli ma dell’intero campionato, diventando l’oggetto dei desideri di molte squadre che militano in ben altre posizioni a cui è abituato tutt’ora. Esterno largo in un classico 3-5-2, adattabile terzino in una difesa a 4, a soli 25 anni si è impossessato di un ruolo da titolare nello scacchiere di mister Andreazzoli riuscendo ad andare in rete per ben 5 volte. A segno proprio nell’ultima partita di campionato contro il Torino al Castellani di Empoli, Di Lorenzo, ha esordito in Serie A nella prima giornata di campionato vinta ai danni del Cagliari, squadra contro cui segnerà il suo primo gol un girone dopo.

EMPOLI, ITALY - MAY 19: Giovanni Di Lorenzo of Empoli FC celebrates after scoring a goal during the Serie A match between Empoli and Torino FC at Stadio Carlo Castellani on May 19, 2019 in Empoli, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

TATTICA E STILE DI GIOCO: Mister Aurelio Andreazzoli ha le idee ben chiare non solo su quali giocatori puntare bensì anche sullo stile di gioco. Un’identità precisa ed una manovra di gioco ben strutturata e lineare con Bennacer cervello del gioco azzurro. Mediano tuttofare a supporto della difesa a tre perlopiù formata da Dell’Orco, Veseli e dal veterano ed ex nerazzurro Silvestre. Larghi Pajac e una delle sorprese più belle del campionato, Di Lorenzo. In mezzo al campo assente Krunic, ci sarà invece Traore, già promesso sposo alla Fiorentina, al fianco appunto di Bennacer e Acquah. Davanti Farias e Caputo, coppia da 20 gol totali: ed è proprio la fase offensiva a funzionare meglio di qualunque altra grazie alle 50 reti fin qui siglate, soltanto 5 in meno dei nerazzurri.

EMPOLI, ITALY - MARCH 17: Ismael Bennacer of Empoli FC in action during the Serie A match between Empoli and Frosinone Calcio at Stadio Carlo Castellani on March 17, 2019 in Empoli, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

ACCENNI STORICI: Solamente 12 incontri disputati a San Siro tra Inter ed Empoli con un bilancio nettamente a favore per i nerazzurri. In assenza di pareggi sono 11 le vittorie dell’Inter a fronte di una sola sconfitta arrivata il 18 gennaio 2004 con la rete nei minuti finali di Tommaso Rocchi che vestirà il nerazzurro qualche anno più tardi. Quella sarà anche la partita in cui Massimo Moratti lasciò l’incarico presidenziale a Giacinto Facchetti dopo le continue contestazioni dei tifosi nerazzurri.
L’ultimo incontro andato in scena tra le due compagini a Milano finì 2 a 0 grazie ai gol siglati da Eder e Candreva nel febbraio 2017.

moratti-facchetti

LEGGI ANCHE – > Copa America, Icardi resta a casa
Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com
VIDEO – Empoli, attacco super

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy