ESCLUSIVA – Andrea Chazy (So Foot): “Pepé lascerà il Lille, futuro all’Inter? Ecco la verità. Agoumé può far comodo a tutti, Karamoh…”

ESCLUSIVA – Andrea Chazy (So Foot): “Pepé lascerà il Lille, futuro all’Inter? Ecco la verità. Agoumé può far comodo a tutti, Karamoh…”

La redazione di Passioneinter.com ha intervistato in esclusiva il giornalista del portale francese So Foot per fare il punto sulle voci di mercato provenienti dalla Francia riguardanti l’Inter

di Raffaele Caruso

La redazione di Passioneinter.com ha intervistato in esclusiva Andrea Chazy, giornalista del portale francese So Foot, per fare il punto su alcune indiscrezioni provenienti dalla Francia riguardanti alcuni giocatori accostati al mercato dell’Inter. Dal sogno di Marotta chiamato Pepé, autore di una straordinaria stagione con il Lille, fino al giovane Agoumé, talento classe 2002 del Sochaux sul quale la dirigenza nerazzurra ha messo gli occhi da diverso tempo.

Andrea, Nicolas Pepé ha trascinato il Lille in Champions League al termine di una stagione super. In Francia, ma non solo, si parla con una certa insistenza di lui in orbita Inter. Quale sarà il suo futuro? Può arrivare secondo te davvero in Italia?

“E’ vero! Pepé ha fatto una stagione straordinaria. L’anno scorso aveva già dimostrato di essere un giocatore di qualità segnando 13 gol ma il Lille non era quello di quest’anno. Quest’anno si è consacrato, è diventato un giocatore di ottimo livello perché non è semplicemente un goleador ma veramente un giocatore che ha il potenziale per fare la differenza in qualsiasi momento. Il Lille sa già che il giocatore andrà via quest’estate e il suo prezzo si aggira sugli 80 milioni di euro. Posso dirvi che il Psg e Tuchel sono molto interessati a lui, come il Bayern in Germania, il Liverpool e Manchester United in Inghilterra. Oggi è complicato dire con certezza dove giocherà l’anno prossimo ma il suo futuro sarà ovviamente in una squadra di primo piano che gioca la Champions e che lotta per il campionato. Inter? E’ in corsa ma è un’operazione difficile, così per tutte le altre squadre interessate”.

Si parla anche di una trattativa molto avviata con il Sochaux per Agoumé…

“Ha esordito quest’anno in Ligue 2 con  il Sochaux, una squadra che dovuto fronteggiare numerosi problemi all’interno della società. E’ il capitano dell’Under 17 francese che ha perso contro l’Italia nella semifinale dell’Europeo di categoria. Che tipo di giocatore è? E’ un centrocampista tecnico che può far comodo a diversi club, anche all’Inter. Il Lione qui in Francia lo segue con particolare attenzione. Nei prossimi giorni credo che verrà svelata la sua destinazione”. 

La stagione di Karamoh con il Bordeaux è stata molto tormentata. Come la giudichi?

Ha avuto un buon inizio, mi ricordo la grande partita disputata contro il Psg di Neymar e Mbappé dove lui ha dimostrato di avere grandi qualità. Poi, ha ricevuto quella punizione perché c’è stato un problema con il vice-allenatore Patrick Colleter e ha saltato 3 partite. Con l’arrivo di Paulo Sousa, che voi conoscete bene in Italia, sulla panchina dei Girondini ha giocato di meno e non è mai riuscito a mostrare le sue qualità. Una prima parte incoraggiante, una seconda deludente. Possiamo sintetizzare così”.

Il contrario di Mario Balotelli che al Marsiglia è completamente rinato dopo l’inizio difficoltoso con il Nizza di Patrick Vieira…

“Nella prima parte del campionato, si è visto come Balotelli non volesse più giocare per il Nizza. Non ha fatto goal, ma anche il suo rapporto con Vieira non  è mai decollato. Poi è arrivato al Marsiglia e ha segnato dalla prima partita in poi (ride, ndr). Ha fatto due mesi veramente buoni, con dedizione e sacrificio, segnando otto volte. Rimane un giocatore dalle grandi qualità”.

Negli ultimi mesi si è parlato di un possibile approdo di José Mourinho in Ligue 1. È uno scenario possibile in vista della prossima stagione?

“A mio parere no. C’è stato un momento dove c’è stata una possibilità di vederlo seduto sulla panchina del Lione, ma il presidente Aulas ha deciso di virare su Sylvinho con il suo direttore sportivo Juninho. Marsiglia è una pista impraticabile visto che non giocherà nessuna competizione europea. Mentre il Psg e il Lille dovrebbe confermare Tuchel e Galtier”.

LA REDAZIONE DI PASSIONEINTER RINGRAZIA ANDREA CHAZY PER LA CORTESIA E DISPONIBILITÀ CONCESSA

ESCLUSIVA – Cauet: “San Siro spingerà l’Inter in Champions”. Poi bacchetta i giocatori: “I social sono un problema, 111 anni di storia vanno rispettati”

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy