ESCLUSIVA – Sorrentino: “Sono stato vicino all’Inter. Handanovic? Lo farei giocare più a lungo possibile”

ESCLUSIVA – Sorrentino: “Sono stato vicino all’Inter. Handanovic? Lo farei giocare più a lungo possibile”

Il calciatore è intervenuto nella diretta Instagram di Passioneinter.com

di Redazione Passione Inter

Intervenuto nel corso della diretta Instagram in esclusiva per Passioneinter.com, Stefano Sorrentino ha risposto con grande disponibilità alle domande del responsabile editoriale Lorenzo Polimanti e dei numerosissimi tifosi che in tempo reale hanno espresso nei commenti le loro curiosità. Non sono mancati anche gli attuali compagni del Cervo dell’ex estremo difensore che, dopo aver dato l’addio al calcio professionistico, si diletta come attaccante nei dilettanti. Per prima cosa, Sorrentino ha raccontato come sta trascorrendo le sue giornate in un momento così delicato: “E’ un momento particolare per tutti, nessuno di noi era abituato a questa emergenza. La cosa positiva è quella di poter stare di più in famiglia e riassaporare vecchie cose perse negli anni. Avendo quattro figlie femmine, riuscire a fargli fare i compiti è già una bella impresa. Mi sto godendo la famiglia, ma sono preoccupato per quello che sta succedendo. Social? Dopo i compiti e i lavori da casa, mi aiutano. Cerco di tenermi in allenamento con esercizi in casa o sul terrazzo”.

NUOVA CARRIERA – “Ho la fortuna di essere allenato da mio padre. La squadre è il Cervo, seconda categoria ligure. Ho giocato tre partite con loro, quando sono arrivato erano terzi, abbiamo fatto tre vittorie di fila, io ho fatto un gol e tre assist e siamo a pochi punti dalla prima. Siamo stati interrotti sul più bello”.

TRATTATIVE MANCATE – “Ce ne sono stati tanti di club con cui ho giocato ed ho trattato. A volte basta una frazione di secondo, un cambio di portiere. Di trattative ne ho avute tante, sono stato vicino all’Inter, Napoli, Roma, Juventus e Genoa. Ho avuto tante occasioni, ma sono felicissimo della carriera che ho fatto. Non mi piace guardare indietro, se sono rimasto a difendere i pali del Palermo o del Chievo, era giusto così”.

AVVERSARI –Il più forte che ho incontrato? Potremmo parlarne per ore, ne ho incrociati diversi. Cristiano Ronaldo, Dybala, Messi, Raul, Kakà, Adriano, Ronaldinho, Totti, Figo, Balotelli, Toni, Cavani, Insigne, Mertens. Potremmo elencare tantissimi giocatori, Di Natale, Sanchez, Ilicic, Gomez. Ma calcisticamente sono innamorato di Francesco Totti, vederlo giocare era uno spettacolo, doverlo affrontare era complicato. Abbiamo anche passato le vacanze insieme ed è nata una bella amicizia”. 

HANDANOVIC – “Parliamo di uno dei migliori portieri europei, fossi nell’Inter lo terrei ben stretto. Lo farei giocare più a lungo possibile, sono dalla sua parte, è serio ed è un grande portiere. Evoluzione del ruolo nel gioco? Mi piace da un certo punto di vista, ma non dimentichiamoci che il portiere deve parare. Avere uno come Samir che riesce ad impostare il gioco per creare superiorità numerica, è sicuramente la classica ciliegina sulla torta”.

PADELLI – “Giocare con continuità fa la differenza, Leggere determinate cose su Padelli mi ha dato fastidio. Tutti quanti sbagliamo e secondo me non ha fatto neanche così male come hanno scritto. Non è semplice giocare all’Inter, soprattutto dopo parecchio tempo senza vivere quell’adrenalina. Non si può discutere Padelli, ha avuto una carriera importante ed è arrivato anche in Nazionale. Ma sappiamo noi portieri com’è e lo abbraccio virtualmente”.

NUOVA GENERAZIONE – “Mi piacciono i portieri un po’ pazzoidi come me. C’è Handanovic che è tra i migliori al mondo, che ha una calma da sempre. A me piace tantissimo Musso dell’Udinese, Gollini, Silvestre dell’Hellas, Cragno, Perin, Sepe. Sono tanti i portieri interessanti. Io ho dovuto battagliare con i portieri stranieri che arrivavano e adesso che ho smesso è arrivata un’intera generazione italiana di portieri”.

IDOLO – “Il mio portiere di riferimento, a parte mio papà che ha fatto questo ruolo qua, è stato Angelo Peruzzi. Cercavo di imitarlo, ma arrivare ai suoi livelli era praticamente impossibile”. 

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE Inter ora per ora – Ultimo giorno di isolamento per l’Inter. Possibile scambio Perisic-Tolisso. Juve-Icardi, ci risiamo!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy