Le PAGELLE di Barcellona-Inter: Sensi e Barella da urlo, Godin si perde Suarez. Lautaro-Sanchez, che intesa!

Le PAGELLE di Barcellona-Inter: Sensi e Barella da urlo, Godin si perde Suarez. Lautaro-Sanchez, che intesa!

I voti e giudizi del big match del Camp Nou, valido per il secondo turno del girone F di Champions League

di Raffaele Caruso

I VOTI E I GIUDIZI

HANDANOVIC 6 – Per circa 40 minuti si gode lo spettacolo della sua squadra intervenendo solo in una circostanza quando viene sollecitato dalla distanza da un tiro di Messi. Nel finale di primo tempo si fa trovare pronto, uscendo anche dai pali e tenendo lontani palloni insidiosi. Sul capolavoro di Suarez non può fare nulla, sul secondo pure.

GODIN 5 – Esce malissimo su Suarez che non perdona e regala 3 punti immeritati al Barcellona: la sua uscita sbagliata rovina una gara perfetta dell’intera squadra.

DE VRIJ 7 – Clonatelo. Per tutto il primo tempo annulla gli attaccanti blaugrana, si dimostra anche sempre prezioso in fase d’impostazione. Non perde lucidità nella ripresa.

SKRINIAR 6,5 – E’ il più ruvido dei tre di dietro, fa sentire i tacchetti agli attaccanti del Barcellona ma riesce anche quasi sempre a invertire l’azione da difensiva a offensiva.

CANDREVA 6,5 – E’ una spina nel fianco sulla corsia di destra, vince il duello a distanza di Semedo. Utile anche in ripiegamento. Va anche in gol ma parte in anticipo e il guardalinee lo coglie in fuorigioco.

– D’AMBROSIO 5,5 – Entra per far rifiatare Candreva. Fallisce il possibile gol dell’1-2 con Ter Stegen fuori dai pali.

BARELLA 8 – Pronti e via si becca un cartellino giallo, ammonizione che però non condiziona il suo incredibile primo tempo. Dalla Sardegna Arena al Camp Nou, Barella non soffre il grande salto di qualità e colleziona l’ennesima prestazione superlativa. Imprendibile per tutti i 90 minuti, peccato per il risultato finale che non lo premia.

BROZOVIC 6,5 – Quello di stasera era la prova del nove e Marcelo Brozovic la supera a pieni voti. Il registra croato vuole avere sempre il pallone tra i piedi, smista il pallone in maniera impeccabile trovando sempre i propri compagni liberi. Cala nel finale per eccessiva stanchezza, poteva spendere il fallo da ammonizione sul gol del 2-1.

SENSI 8 – Se già prima di questa partita i paragoni con Xavi o Iniesta fioccavano in Spagna, non osiamo immaginare dopo questa sera come e quanto si parlerà di Sensi. Semplicemente MERAVIGLIOSO, una delizia per gli occhi.

– POLITANO 80′ 5,5 – Non riesce ad incidere con la sua rapidità nel finale di gara.

ASAMOAH 5 – Messi lo lascia sul posto nell’azione del 2-1 definitivo di Suarez. Peccato perché il ghanese era riuscito a contenerlo per quasi tutta la gara.

LAUTARO 8 –  Qualcuno criticava il suo scarso cinismo sotto porta. Lui ci mette 2 minuti per infilare la difesa del Barcellona e zittire il Camp Nou. Ter Stegen gli nega la doppietta con un intervento miracoloso, duetta alla grande con Sanchez e va diverse volte vicino al gol.

SANCHEZ 7,5 –  Quel rosso rimediato contro la Sampdoria forse è il secondo rimpianto di questa sera oltre il risultato in vista della sfida contro la Juventus. Perché il Sanchez ammirato questa sera nel suo ex Camp Nou è un giocatore che ha ancora tanto da dare al calcio. Ennesimo affare di Marotta, l’intesa con Lautaro è spaziale.

– GAGLIARDINI 66′ 6 – Dopo il coro nel finale di partita contro la Lazio, Roberto Gagliardini corona il sogno di giocare al Camp Nou contro il Barcellona di Messi dopo l’esclusione dalla lista della passata edizione. Entra bene, sfiora anche il gol dopo pochi minuti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy