Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

inter news

Borja Valero tra Inter e futuro: “Il club ha voglia di sognare. Ritiro? Non ci penso”

Il centrocampista nerazzurro ha scelto di raccontarsi in una lunga intervista tra presente, passato e soprattutto futuro

Giuseppe Coppola

"In una lunga intervista concessa sulle pagine del quotidiano spagnolo AS, il centrocampista nerazzurro Borja Valero ha scelto di raccontare alcuni particolari relativi alla sua quotidianità ed all'esperienza con l'Inter, parlando anche del suo futuro da calciatore.

"EMERGENZA - "Per fortuna con me ho tutta la mia famiglia, è qualcosa che ti aiuta molto. Stiamo seguendo un piano di allenamento che ci ha inviato l'Inter oltre ad una cyclette ed altri materiali da palestra per gli esercizi in casa"

"RIPARTENZA - "Spero che la stagione possa concludersi. Significherebbe che i problemi più importanti, ovvero quelli relativi alla salute, stanno scomparendo"

"FUTURO - "Non so cosa succederà, il mio contratto termina il 30 giugno ma questa emergenza ha cambiato un po' tutte le situazioni. C'è incertezza, è vero, però vorrei continuare a giocare. Non voglio fermarmi. Ciò che crea più dubbi alla mia età è la parte fisica, ma nei test con l'Inter il mio corpo ha risposto bene, sono stato tra i migliori. E questo è stato un fattore chiave per spingermi a continuare a giocare: mi piacerebbe divertirmi ancora per qualche anno"

"STOP - "Ci siamo fermati in ritardo, indipendentemente da Juventus-Inter. Serviva il contagio di un giocatore per far fermare tutto, ed era qualcosa che si doveva evitare"

"INTER - "C'è tanta voglia di tornare a portare il club il più in alto possibile. I tifosi, il presidente e l'allenatore hanno voglia di sognare, e si nota nei giocatori che il club sta provando ad acquistare in questi periodi: tutto ciò permette al nostro livello di crescere ancora"

"CONTE - "Il mister ha un carattere competitivo ed ogni giorno lavora con grande voglia. Lui è molto esigente, anche con sé stesso, e questo suo particolare fa la differenza anche in campo"

"LAUTARO - "Ho un ottimo rapporto con lui. Sono in Italia da otto anni e per me la lingua non è un problema, però Lautaro è arrivato dall'Argentina molto giovane parlando solo spagnolo e per questo gli sono stato vicino dall'inizio provando ad aiutarlo in tutto. Ha un gran futuro davanti a sé"

"ITALIA - "In Italia ho avuto la fortuna di arrivare alla Fiorentina dove avevamo un tecnico che preferiva giocare molto a calcio con qualità e mi sono adattato molto rapidamente, nonostante la teoria del 'catenaccio' che non sembra fatta apposta per gli spagnoli"

https://www.passioneinter.com/notizie-nerazzurre/inter-news-live/