GdS – Mezzali goleador, le tre B e le varianti tattiche: Conte all’assalto dello scudetto. Resta un solo limite

La missione diventa quella di portare qualche seconda linea all’altezza dei titolari per andare all’assalto totale dello scudetto

di Raffaele Caruso
Conte Inter

La vittoria contro la Juventus è accompagnata dalla firma cubitale di Antonio Conte. E’ la sua vittoria, del suo 3-5-2 e di quel blocco di giocatori che ha scelto per portare avanti il suo credo calcistico.

Nicolo Barella, Getty Images

Come riportato da La Gazzetta dello Sport, l’Inter ora non è più LuLa dipendente. Il gioco dipende fortemente da Lukaku ma le varianti tattiche nerazzurre ora sono tante. A partire da Hakimi, arma devastante che può andare sul fondo con il destro oppure rientrare sul sinistro.

Ma non solo, perché l’Inter ha migliorato anche le uscite difensive: il gol di Barella nato dai piedi di Bastoni è un movimento ripetuto ad Appiano centinaia di volte. Ora non esiste più l’appoggio all’esterno difensivo o il lancio “no look” sulla Lula, l’Inter può contare anche su un’altra alternativa tattica.

Quello dell’Inter è il secondo miglior attacco d’Europa, alle spalle del Bayern Monaco. Oltre alla Lula e ad Hakimi, ora Conte inizia ad aggiungere con continuità i gol delle mezzali (Vidal e Barella su tutti). Un dettaglio non da poco.

Poi sono le tre B. Quelle di Barella, Bastoni e Brozovic. Tutti e 3 giocatori chiave per l’impostazione del gioco nerazzurro, imprescindibili tatticamente per Conte che ha solo un’ultima missione da compiere: portare qualche seconda linea all’altezza dei titolari per andare all’assalto totale dello scudetto.

>>>Sostienici su Patreon per avere accesso ai contenuti esclusivi<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy