Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

inter news

I ricordi di Keita Baldé: “Inter? Periodo breve ma intenso. Ora Conte indica la strada giusta”

L'ex attaccante nerazzurro ha riavvolto il nastro della sua esperienza con i colori interisti

Giuseppe Coppola

"In un'intervista concessa sulle pagine de La Gazzetta dello SportKeita Baldé, ex attaccante nerazzurro ora al Monaco, ha parlato dell'emergenza Coronavirus vissuta dal suo punto di vista nel Principato di Monaco ma anche tra Barcellona e Dakar, parlando nello specifico anche del cammino dell'Inter di Conte.

"EMERGENZA - "Qui a Montecarlo l'impatto del Coronavirus è relativo, però mio padre e i miei fratelli sono a Barcellona e lì la situazione è brutta, e mia madre a Dakar è molto preoccupata. Se il Covid-19 arriva forte in Africa sarà una catastrofe. Dicono che il calore possa essere un deterrente contro il virus, quindi spero abbiano ragione"

"NUMERI DEL CALCIO - "Magari questa situazione ci farà riflettere col cuore e ci serve per darci una regolata ed apprezzare le cose veramente importanti. Sì, anche nel calcio si è esagerato. Troppi soldi, spese folli soprattutto se considerato quanto si pagava anche solo qualche anno fa per calciatori fortissimi. Il calcio ha bisogno di una regolata"

"INTER E LAZIO - "Inter e Lazio le vedevo bene entrambe, soprattutto la Lazio. Mi sembrava fortissima, peccato che si sia fermato tutto. E' un club dove sono stato tanti anni, ce l'ho nel cuore. L'Inter era la squadra che tifavo da bambino, ho vissuto un periodo più breve ma molto intenso, ho segnato il gol che l'ha portata in Champions. Ora sono all'inizio di un cammino lungo. Non si può pensare che con l'arrivo di Conte si sistemi tutto subito. Ci vuole tempo, ma la strada è quella giusta"

"FUTURO - "Qui sto bene. Città a misura d'uomo, ottimo club, squadra rispettata, allenatore scuola Barcellona. Ho altri due anni di contratto e al futuro non penso. Lo dicevo prima, è ancor più vero ora"

https://www.passioneinter.com/news-mercato/lagente-di-lautaro-sul-suo-futuro-chi-non-vorrebbe-giocare-con-messi-non-abbiamo-contatti-con-nessuno/