GdS – L’Inter di Conte ai raggi X: più punti, gol e controllo rispetto a 12 mesi fa

GdS – L’Inter di Conte ai raggi X: più punti, gol e controllo rispetto a 12 mesi fa

La squadra nerazzurra non è mai stata così vicina alla vetta alla 7a giornata: Conte in vantaggio per 334 minuti

di Raffaele Caruso

La sconfitta rimediata nell’ultimo turno di campionato contro la Juventus di Maurizio Sarri non demolisce l’ottimo inizio di stagione della nuova Inter targata Antonio Conte: come ricordato da La Gazzetta dello Sport, nell’ultimo decennio la squadra nerazzurra non era mai stata alla 7a giornata di A così vicina alla vetta del campionato.

Merito delle prime sei vittorie conquistate nelle prime sei giornate di campionato, con i nerazzurri che hanno segnato ben 4 gol in più rispetto alla passata stagione: cresciuti quelli dei centrocampisti (da 5 a 7), raddoppiati quelli degli attaccanti (da 3 a 6). Sensi e Lukaku, entrambi a quota 3, guidano la classifica marcatori dell’Inter mentre un anno fa Icardi ne segnò solo uno nelle prime 7.

C’è un altro dato che fa ben riflettere: la squadra nerazzurra è stata in vantaggio 334 minuti, contro i 185 di dodici mesi fa. Numeri che testimoniano come l’Inter abbia cambiato approccio e gestione della partita. Il possesso palla è calata del 2% ma oggi i giocatori nerazzurri cercano di più la verticalizzazione: stesso numeri di tiri effettuati (113 vs 112), più tiri concessi agli avversari (anche se Handanovic è stato chiamato a meno miracoli) e stessa gestione del turnover con Spalletti che un anno fa utilizzò solo un uomo in più rispetto a Conte (20 vs 19).

Sfida la redazione di PassioneInter.com su Magic: crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

Mundo Deportivo – Barcellona, chi dopo Suarez? Mbappé il grande sogno, Lautaro osservato speciale

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy